• 15 Maggio 2021
  •  

160° Anniversario dell’Unità d’Italia, Pucciarelli (Difesa): «Stesso impegno e stesso spirito di sacrificio di allora per superare questa emergenza sanitaria»

Il Sottosegretario alla Difesa Stefania Pucciarelli a Genova

GENOVA. «Celebriamo oggi, a 160 anni dall’Unità d’Italia,le nostre radici e, con esse, quei valori di coesione nazionale, di libertà, di democrazia che costituiscono energie vitali permanenti per la società e per il Paese. Cerimonie come quella odierna hanno il meritodi tramandare i valori ed i principi che hanno guidato gli italiani nella fase della costituzione della nostra Patria e di rinnovare gli ideali tipici del Risorgimento».

Lo ha detto il Sottosegretario alla Difesa, Stefania Pucciarelli, intervenendo a Genova alla cerimonia del 160° Anniversario della Giornata dell’Unità Nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera.

«L’evento che stiamo celebrando rappresenta, quindi – continua Pucciarelli –, una iniezione di fiducia per l’intero Paese che oggi è chiamato ad affrontare questa emergenza sanitaria, la quale, senza lo stesso impegno e lo stesso spirito di sacrificio di allora, sarebbe difficile superare.

Ma oggi celebriamo anche la nostra sacra e amata Bandiera, il Tricolore. Con questa solenne cerimonia vogliamo ricordare quei valori per cui tanti Patrioti morirono nel lento processo di unificazione ed indipendenza della nostra Nazione. A loro, come a tutti i Caduti di ieri e di oggi che si sono sacrificati per il bene comune durante lo svolgimento del proprio servizio alla Nazione, va il nostro pensiero e tutta la nostra riconoscenza».

«Tutti noi abbiamo il dovere, nei confronti dei nostri caduti, di mantenere alto l’onore di questo Paese – aggiunge ancora il Sottosegretario –, difenderne il prestigio nei consessi internazionali e di essere protagonisti responsabili della Storia. Un dovere che devono sentire tutti gli Italiani e in misura maggiore i servitori dello Stato. A loro guardano tutti i cittadini che dagli uomini di Stato si aspettano: rettitudine, capacità decisionali, assunzione di responsabilità e iniziative, tali da poter far assumere alla nostra Nazione il ruolo che merita in ambito internazionale.

«Quelle stesse qualità e gli stessi valori che le Istituzioni e quanti appartengono alle Forze Armate stanno, in questi mesi, mettendo in campo per aiutare i cittadini ad uscire quanto prima da questa pandemia», conclude Pucciarelli.