• 22 Ottobre 2021
  •  

«A Ozieri siamo in zona rossa oppure no?»

Lettera denuncia su facebbok di un artigiano.

«A Ozieri siamo in zona rossa oppure no? Oppure il comune di Ozieri è in zona bianca o arancione?». È quello che si chiede un artigiano, titolare di una attività nel centro cittadino. Una domanda che a sua volta “gira”, attraverso una lettera aperta di denuncia pubblicata su Facebook, al sindaco di Ozieri Marco Murgia e «alle autorità preposte».

«Sono appena rientrato da fare la spesa per me e i miei familiari – scrive –, nelle piazze e fuori da qualche locale gente in giro come se nulla fosse. Non lo dico per sentito dire, l’ho visto con i miei occhi».

«Io non voglio fare la guerra tra poveri – aggiunge –, però io e altre poche attività abbiamo dovuto abbassare le serrande obbligatoriamente, come se il 25% degli esercizi commerciali e artigianali siano gli untori». Gente tranquillamente seduta in piazza – prosegue – come che nulla fosse con davanti i vigili urbani e pattuglie di qualsiasi forza armata in giro senza nulla dire o fare».

«Il Dpcm delle zone rosse vieta di uscire di casa non oltre i 200 m a meno che non sia per motivi di lavoro o salute – spiega l’artigiano –. Visto che nessuno o quasi rispetta tali ordinanze o decreti, se vedrò ancora questa situazione sarò costretto ad aprire di nuovo la mia attività in quanto pagamenti, bollette e finanziarie non son state bloccate, compresi avvisi di pagamento della tassa dei rifiuti comunali comunali del 2015».

Agenzia Funebre Franco Mu