• 18 Maggio 2022
  •  

Artigianato artistico, Piu: «Necessario tutelare un settore che rappresenta un bene identitario della Sardegna»

Artigianato Sardegna

«Il testo nasce per attivare l’attenzione sull’artigianato artistico, un settore abbandonato a se stesso e che invece rappresenta un bene identitario dell’Isola». Il consigliere regionale Antonio Piu del gruppo dei Progressisti interviene sulla proposta di legge per la “Tutela, sviluppo, promozione e valorizzazione dell’artigianato artistico, tipico e tradizionale, della Sardegna”

La proposta di legge, sottoscritta da tutti i gruppi dell’opposizione mira, in un’ottica programmatoria, a definire anche gli strumenti triennali e annuali, che contengono le strategie e anche la programmazione annuale degli interventi. «Il dispositivo dota il settore di un registro delle imprese artigianali artistiche storiche e un marchio di qualità con l’attivazione di un osservatorio».

La proposta di legge regola le modalità di assistenza e sviluppo per le imprese artigiane, «disciplina gli incentivi per il passaggio generazionale delle imprese e l’abbattimento dei tributi locali. Inoltre questa proposta – sottolinea Piu – prevede l’introduzione di contributi ai fondi per il pagamento degli oneri previdenziali, introduce misure di salvaguardia dei livelli occupazionali, di sostegno al reddito, politiche attive del lavoro, oneri previdenziali e assistenziali, e con l’articolo 22 disciplina gli strumenti finanziari per favorire l’accesso al credito per le imprese dell’artigianato artistico, tipico e tradizionale della Sardegna». 

La legge getterebbe le basi per una vera valorizzazione del comparto. «Pone inoltre le condizioni per innescare processi virtuosi a vantaggio dei territori a rischio spopolamento – conclude il consigliere – che sono nella maggior parte dei casi detentori di patrimonio artigianale e artistico ma che senza un’adeguata tutela rischia di restare marginale».

Mamma in Sardegna