• 22 Ottobre 2021
  •  

Berchidda come nuovo polo europeo per lo sviluppo delle Smart Grid

Panorama di Berchidda

Il Comune di Berchidda lancia il “Piano di sviluppo per una Smart Grid nel territorio”, che contiene la pianificazione strategica del sistema elettrico comunale per raggiungere gli obiettivi Europa 2050.


BERCHIDDA. «Vogliamo creare una comunità energetica che possa favorire la più ampia partecipazione di soggetti pubblici e privati, promuovere l’autoconsumo, accumulo e stoccaggio dell’energia da fonti rinnovabili, lo scambio dell’energia autoprodotta a vantaggio del cittadino come utilizzatore finale».

Così il sindaco di Berchidda Andrea Nieddu nel commentare l’ambizioso progetto dell’Amministrazione comunale che punta a trasformare Berchidda in una comunità energetica. Documento fondamentale voluto e approvato dalla Giunta comunale in quest’ottica è il “Piano di sviluppo per una Smart Grid nel territorio berchiddese”, nel quale è contenuta la pianificazione strategica del sistema elettrico comunale per raggiungere gli obiettivi Europa 2050. Così come auspicato dalla Commissione Europea che ha proposto infatti agli stati membri la crescita intelligente e sostenibile, lo sviluppo delle conoscenze e dell’innovazione, l’occupazione, la coesione sociale e territoriale.

Sindaco di Berchidda Andrea Nieddu

L’obiettivo del centro del Monte Acuto è dunque quello di puntare «all’autosufficienza energetica – sottolinea il sindaco Nieddu – e a connettere produttori e consumatori di energia. Il piano contiene – prosegue – una serie di azioni che intendono intercettare le risorse europee subito disponibili e coinvolgere partner privati. Inizieremo inoltre un percorso a tappe fino a cercare di estendere la comunità energetica alle aree interne e/o svantaggiate del Monte Acuto, della Gallura e del Logudoro, in cui siano presenti fenomeni di spopolamento e disagio».

«Ringrazio – conclude il Sindaco – quanti hanno creduto finora in una vera e propria filosofia di pensiero che caratterizza le nostre scelte a partire dall’ing. Roberto Tusacciu, autore del piano, l’ing. Marco Demarcus e tutto l’ufficio tecnico, l’università di Cagliari dipartimento di ingegneria elettrica e tutti gli amministratori».

Il Comune di Berchidda che svolge già il servizio di distribuzione e vendita dell’energia elettrica in virtù di specifica concessione ministeriale, continua pertanto la sua azione programmatica di ammodernamento dell’infrastruttura di distribuzione finalizzata al dispacciamento “intelligente” della produzione locale e al miglioramento dell’efficienza energetica e alla riduzione delle emissioni climalteranti.

Berchidda è già partner di Francia e Olanda in progettazione europea e sito pilota della Ricerca sul Sistema elettrico italiano. Un progetto ambizioso che sta iniziando a prendere vita. Berchidda, dunque, si candida a diventare nuovo polo europeo per lo sviluppo delle Smart Grid.

nuvustudio_Olbia