• 16 Maggio 2021
  •  

Buche nelle strade di Ozieri, Riformatori: «Intervenire con urgenza»

In una lettera la disavventura di un paziente nel percorrere le strade di Ozieri in ambulanza.

OZIERI. Le lamentele sulle buche come un tormentone estivo. A Ozieri infatti non si contano più le lagnanze sulla pericolosità e lo stato indecoroso in cui versano le strade, in particolare via De Gasperi, porta d’ingresso principale della città. Su questo problema prende posizione ancora una volta il Coordinamento cittadino dei Riformatori che, facendo seguito alle precedenti segnalazioni e richieste di intervento, chiede lumi all’Amministrazione comunale su quelle che sono le sue intenzioni «visto che la manutenzione ordinaria non viene eseguita da troppo tempo» ed è ormai «necessario intervenire con urgenza».

Risposte e priorità di azione che chiedono, tra l’altro, non solo per gli ozieresi, ma anche per chi per varie necessità arriva in città. Per tale ragione i Riformatori vogliono condividere l’emblematica vicenda di un uomo che, attraverso una lettera, descrive la sua disavventura nel percorrere – da paziente – le strade di Ozieri a bordo di un’ambulanza.

«Conosco Ozieri dai tempi delle scuole, quando frequentavo i Geometri. Arrivavo con il pullman che fermava ai portici. Dopo tanti anni ritorno ad Ozieri dentro un’ambulanza per via di una caduta dalle scale. Mi fa male la schiena. Nel tragitto sento un ragazzo dire all’autista: “Stiamo entrando a Ozieri, stai attento”.

Ci sono voluti poche centinaia di metri per capire perché bisognava stare attenti. Le strade sono piene di buche. La mia schiena già dolorante mi fa ancora più male ogni volta che ne prendiamo una, tanto che mi sembravano crateri in quel momento.

Arrivato in pronto soccorso, mentre mi portavano dentro la stanza per curarmi, l’autista si scusa con me per le buche lungo la strada, come se fossero colpa sua. Lo tranquillizzo e lo ringrazio per avermi soccorso con i suoi compagni, mi lasciano e vanno via.

Dopo le cure parlo con il personale di questa mia disavventura e scopro che tutti si lamentano delle strade del paese, soprattutto l’ingresso da chi proviene da Sassari.

Dopo 30 giorni di riposo mi reco nuovamente ad Ozieri per una visita, questa volta arrivo con la macchina e noto che nulla è cambiato. L’ingresso di Ozieri è veramente pericoloso cercando di evitare una buca ne prendi altre tre».

Nelle foto: la dissestata via De Gasperi