• 25 Settembre 2022
  •  

Cagliari, un carciofo in dono ai cittadini con l’invito a comprare sardo

CARCIOFO AL PRESIDENTE

«Un carciofo in dono ai cittadini di Cagliari per combattere insieme il caro prezzi che sta strozzando famiglie e imprese». È il gesto dei giovani agricoltori che questa mattina, durante la manifestazione promossa da Coldiretti Sardegna nel Capoluogo sardo che ha visto sfilare circa duemila agricoltori e allevatori e 100 sindaci, hanno voluto solidarizzare con tutti i sardi regalando ai passanti ma anche alle attività produttive e al presidente della Regione Christian Solinas (nella foto di copertina), un carciofo con un biglietto che invita i cittadini all’acquisto di prodotti locali.

Cagliari CARCIOFO BAR

«Il caro prezzi sta colpendo indistintamente imprese e famiglie – spiega il delegato di Coldiretti Giovani Frediano Mura –, per questo oggi più che mai è fondamentale una solidarietà comunitaria che promuova l’economia circolare e sostenibile portando a tavola il cibo prodotto in Sardegna dalle aziende agricole locali. In questo modo si taglia la filiera e si sostiene l’economia sarda oltre che l’ambiente con i prodotti a km0, garantendo un giusto prezzo agli allevatori e agricoltori che spesso vedono aumentare i costi di produzione ma non quello della remunerazione dei propri prodotti, anche a causa, pure in questo momento di forte crisi economica, delle speculazioni perpetrate lungo la filiera».

In tutta la mattina i Giovani agricoltori hanno regalato mille carciofi sia lungo il corteo che ha sfilato da piazzale Trento a piazza del Carmine che nel mercato di Campagna Amica che come ogni giovedì si tiene in piazza dei Centomila a Cagliari.

CARCIOFO DALLA FINESTRA

Leggi anche: Cagliari, 2mila agricoltori e allevatori in piazza contro il caro prezzi

Coldiretti Sardegna: «Argea come le lumache»