• 22 Maggio 2022
  •  

Cagliari, sequestrate 564 conchiglie e 48 prodotti contraffatti

Cagliari sequestrate conchiglie e prodotti contraffatti
Controlli dei Finanzieri nell’aeroporto di Elmas e nel porto di Cagliari.

CAGLIARI. Nell’ambito dei controlli quotidianamente effettuati negli spazi doganali dell’aeroporto di Elmas e del porto di Cagliari, i Finanzieri del comando provinciale hanno sequestrato 564 conchiglie e 48 prodotti contraffatti tra capi di abbigliamento e utensili meccanici. Segnalate inoltre 3 persone per possesso di droga.

Il flusso di passeggeri e turisti presso i “punti di entrata” dell’isola costituisce un vivace proscenio sul quale, anche in questo periodo, l’attività delle Fiamme Gialle è orientata a prevenire e reprimere fenomenologie illecite, tanto su settori “classici” quali il contrasto alla diffusione di sostanze stupefacenti e la lotta alla contraffazione, quanto in ambiti più particolari, come il monitoraggio sull’eventuale trasporto non autorizzato di elementi propri dell’ambiente naturale, per i quali esiste un preciso sistema di tutela.

Proprio riguardo quest’ultimo settore, i Finanzieri, unitamente a personale della locale Sezione Operativa Territoriale delle Dogane, hanno controllato i diversi bagagli trasportati dai passeggeri, in particolare quelli che lasciano l’isola, territorio, da tempo, oggetto di sottrazione di beni naturalistici come sabbia, pietre e conchiglie.

E proprio durante un paio di queste verifiche sono state rinvenute complessivamente 564 conchiglie, prelevate da diverse spiagge del Golfo degli Angeli, all’interno del bagaglio di una turista irlandese in un caso e di una portoghese nell’altro, le quali stavano facendo rientro a casa decise a portare con loro un ricordo del viaggio in Sardegna.

Per le due responsabili è scattata la sanzione amministrativa – prevista dalla specifica disposizione di Legge Regionale 16/2017 – pari a di 3mila euro a testa.

Sempre presso l’aeroporto “Mameli” e con la collaborazione della Sezione Operativa Territoriale delle Dogane, i militari del 1° Nucleo Operativo Metropolitano hanno denunciato due soggetti provenienti dalla Turchia per il reato di contraffazione, in quanto trasportavano 35 capi di abbigliamento con falsi marchi, riconducibili a noti brand di moda.

L’attività di contrasto alla diffusione di sostanze stupefacenti condotta nello scalo aeroportuale anche con l’ausilio delle unità cinofile del Corpo, ha invece portato negli ultimi giorni al sequestro di 9,2 grammi di marijuana e 1,2 grammi di hashish. Le tre persone responsabili sono state segnalate alla locale Autorità prefettizia.

Al porto commerciale, durante i controlli periodicamente effettuati su veicoli e passeggeri che giungono a Cagliari tramite navi, sono stati invece rinvenuti all’interno di un’autovettura di un 50enne appena sbarcato da un traghetto proveniente da Napoli, 5 smerigliatrici e 8 motoseghe risultate contraffatte rispetto al marchio che riportavano sui corpi macchina. Successive e più approfondite ispezioni del veicolo hanno inoltre consentito di rinvenire 5 fogli con dicitura “certificati di garanzia” non conformi a quelli rilasciati dal marchio cui facevano riferimento, nonché 235 adesivi facenti capo a noti marchi del mondo dell’utensileria e bricolage. Il responsabile è stato denunciato alla locale Autorità Giudiziaria.

nuvustudio