• 18 Maggio 2022
  •  

Cede 11 pistole e 50 munizioni a 2 ragazzi: 3 arresti tra Cagliari e Pula

Carabinieri abitazione
La vicenda nasce dall’acquisto e dalla successiva cessione delle armi e delle cartucce da parte di uno dei ragazzi in favore degli altri due.

I Carabinieri della Stazione di Pula unitamente a quelli della Sezione Operativa della Compagnia di Cagliari hanno dato esecuzione a un’ordinanza che dispone la custodia cautelare in carcere e quella degli arresti domiciliari, emesse dal Gip presso il Tribunale di Cagliari su richiesta della locale Procura, rispettivamente nei confronti di due incensurati, un 31enne di Pula e un 24enne di Cagliari, e di un 22enne, anch’egli nato e residente nel capoluogo sardo, già gravato da precedenti denunce.

I tre sono ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di cessione illegale di armi il primo, porto e detenzione illegale di armi e detenzione abusiva di munizioni, in concorso, gli altri due.

Il provvedimento scaturisce da una tempestiva e articolata attività d’indagine condotta dai due reparti dell’Arma a cominciare dal mese di dicembre 2021. La vicenda nasce dall’acquisto e dalla successiva cessione nei mesi di novembre e dicembre 2021 di 11 pistole e 50 cartucce da parte del primo dei denunciati in favore degli altri due.

Dalle risultanze investigative è emerso che quest’ultimo, per saldare debiti di droga, avendo titolo legittimo a possedere armi da fuoco, durante l’acquisto in talune armerie di Oristano, Tortolì e Olbia, è stato accompagnato dagli altri due indagati ai quali ha successivamente ceduto le pistole. Mentre il primo è stato ristretto agli arresti domiciliari, gli altri due sono stati condotti nella Casa circondariale di Uta.

Farina 1