• 15 Maggio 2021
  •  

Coldiretti donne impresa saluta il questore Giusy Stellino

il questore Giusy Stellino

Lascia la Sardegna, ma rimarrà nella storia della Polizia, Giusy Stellino, la prima donna a guidare una Questura nell’Isola.

Da due anni era a capo della Questura di Oristano ed il primo marzo lascerà la Sardegna per guidare quella di Ravenna.

Giusy Stellino dal settembre scorso è legata anche alla Coldiretti sarda, è stata infatti insignita dalle imprenditrici di Donne Impresa, del premio Féminas, il premio delle donne alle donne, riservato a chi pur senza i grandi riflettori, ma con grande senso del dovere, porta avanti il suo lavoro per il bene della comunità. A lei andò il premio nella categoria Istituzioni come la motivazione di “donna guerriera che, in un mondo di uomini, ha dimostrato di saper combattere con le stesse capacità e con uguale coraggio e determinazione”.

Lombarda di nascita, ma ormai sarda di adozione, la Stellino, come spesso accade, per il gentil sesso, si è distinta arrivando a posti apicali in un mondo di uomini.

Mamma in Sardegna

«Siamo onorate di aver avuto tra le nostre Fèminas una grande donna come la Stellino – afferma la coordinatrice sarda di Coldiretti Donne Impresa Elisabetta Secci –. Una donna che non solo ha già scritto una pagina di storia della polizia in Sardegna, ma grazie al suo grande senso delle istituzioni e del lavoro e a grandi capacità, con quella prima volta rappresenta un esempio ed ha aperto una nuova strada anche per le altre donne, perché tagliare un nuovo traguardo è sempre una grande conquista e richiede il doppio delle capacità».

«La Stellino – conclude Secci –, come abbiamo avuto modo di conoscerla durante la cerimonia di premiazione di Fèminas a settembre, ama il suo lavoro che svolge oltre che con grande professionalità anche con grande passione».