• 29 Novembre 2021
  •  

Confindustria CN Sardegna partner del corso di laurea QSPA dell’Università di Sassari

Il percorso di studi in “Qualità e Sicurezza dei Prodotti Alimentari” è stato istituito presso il Dipartimento di Agraria, in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Veterinaria, e ha sede a Oristano.


SASSARI. È stata stipulata con Confindustria Centro Nord Sardegna la prima convenzione nell’ambito del corso di laurea magistrale in “Qualità e sicurezza dei Prodotti Alimentari”. Istituito presso il Dipartimento di Agraria dell’Università di Sassari, in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Veterinaria, il corso è attivo nella sede di Oristano – Consorzio UNO.

Lo scorso dicembre gli studenti che avevano inaugurato il nuovo percorso accademico hanno completato l’iter con la discussione della tesi. In questi mesi altri laureati hanno confermato il successo dell’iniziativa. Soddisfazione e consapevolezza di avere adesso a disposizione un’importante occasione per l’ingresso a pieno titolo nel mondo del lavoro.

Sede dell’Uniss

«Il corso ha dalla sua caratteristiche altamente innovative e l’obiettivo di garantire risposte alle richieste del territorio – spiega il professor Luigi Montanari, presidente del corso di laurea –. La fase di progettazione, durata oltre un anno, non è stata condotta esclusivamente all’interno della struttura universitaria, ma ha tratto forza e beneficio da un ampio e continuo confronto con le principali organizzazioni e associazioni interessate alla produzione degli alimenti, oltre a rilevanti realtà di livello nazionale ed internazionale, quali l’Associazione Nazionale Garanzia della Qualità (ANGQ) e l’Associazione Spagnola per la Standardizzazione e la Certificazione (AENOR)».

Il corso di studio rappresenta in pieno le importanti innovazioni portate avanti dall’Università di Sassari e promosse dal rettore, professor Gavino Mariotti, che afferma: «È arrivato il momento per un nuovo patto col territorio attraverso la tessitura di una rete di rapporti stabili e istituzionali con imprese, categorie d’impresa, associazioni ed enti territoriali finalizzata a un progetto comune di rilancio». Un’Università, quindi, che possa essere una casa comune per tutti.

Per il corso sono state finora stipulate 29 convenzioni con associazioni e organizzazioni di categoria e con importanti e prestigiose aziende di trasformazione del settore agroalimentare, non solo in Sardegna, ma anche sul territorio nazionale e all’estero.

«L’obiettivo è facilitare l’ingresso dei laureati nel mondo del lavoro. Un periodo di formazione nelle aziende è fondamentale per garantire ai giovani maggiori competenze e anche punti di riferimento importanti per il loro futuro immediato. Partendo da queste necessità è stato semplice confrontarci con il professor Montanari e garantire la partecipazione delle nostre aziende associate all’iter di studi. Siamo stati i primi a definire e stipulare una convenzione. Adesso la sfida è fare capire alle istituzioni locali e regionali che determinati percorsi possono essere affrontati con efficacia anche nella nostra isola», precisa Gianni Simula, presidente della Sezione Agroalimentare di Confindustria CN Sardegna.

L’impostazione del corso è di carattere europeo. «Grande spazio è riservato alle attività pratiche di alto livello tecnico-scientifico, in grado di favorire le capacità professionali dei laureati e l’incontro di essi con il mondo del lavoro», prosegue il professor Montanari.

Il nuovo bando per poter accedere al corso di laurea magistrale in “Qualità e sicurezza dei Prodotti Alimentari” è stato pubblicato in questi giorni sul sito web dell’Università di Sassari: le domande possono essere presentate fino al 10 settembre. Il test di ammissione si svolgerà il 16 settembre a Oristano presso la sede del Consorzio UNO. Le attività didattiche inizieranno invece il 1 ottobre, con una giornata di informazione per gli studenti (induction day) nella quale saranno fornite tutte le informazioni sulle specificità del corso.

Fondamentale l’apporto finanziario garantito dalla Regione Sardegna che ha permesso di strutturare in maniera del tutto originale il corso di studio, unico per le sue caratteristiche nel panorama nazionale. L’auspicio è che tale contributo non venga mai a mancare. Attualmente prosegue un fruttuoso confronto fra l’Assessorato regionale della Pubblica Istruzione, l’Università di Sassari e il Consorzio UNO.

Le attività frontali del primo anno sono mirate al completamento della formazione dei laureati di primo livello, in particolare nei settori della gestione dei controlli, della merceologia e del marketing dei prodotti alimentari, della scienza dell’alimentazione, delle biotecnologie microbiche avanzate, dei sistemi di gestione per la sicurezza e la qualità nelle industrie alimentari, delle analisi sensoriali e fisiche-reologiche degli alimenti e dell’applicazione “on-line” di tutte le conoscenze appena elencate. Nel secondo anno, dopo un’attività didattica frontale per l’approfondimento della lingua inglese, è previsto un Tirocinio Pratico Applicativo (TPA) presso un’azienda agroalimentare, con la finalità di conoscere in maniera approfondita tutte le realtà produttive. Al corso si potranno iscrivere fino a 15 studenti, selezionati, come detto, con prova di accesso.

Confindustria CN Sardegna è tra i soci del Consorzio Uno: Confindustria Oristano è stata infatti uno dei soggetti fondatori. Da alcune settimane fa parte del Consiglio direttivo il vice presidente di Confindustria CNS con delega per la formazione e le risorse umane Luigi Attianese. Continua così l’impegno e la collaborazione con la scuola e l’università per dare risposte alle aziende e al territorio.

In copertina: Villa Mimosa sede Confindustria CNS Sassari

Ottica Muscas