• 16 Maggio 2021
  •  

Convegno al Segni, Partito Democratico di Ozieri: la politica resti fuori dalla scuola

IIS Segni di Ozieri

OZIERI. «I Partiti restino fuori dalla scuola: un’assemblea degli studenti non può essere strumentalizzata a fini politici». È questo il pensiero del Circolo del Partito Democratico di Ozieri che prende posizione di fronte alla scelta dei relatori invitati alla videoconferenza, «Da bullismo al cyberbullismo – Non è un gioco da ragazzi», organizzata in occasione dell’Assemblea degli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Antonio Segni” di Ozieri che si terrà nella mattinata di domani, lunedi 19 aprile.

«Nonostante la rilevanza e l’attualità del tema trattato, che sicuramente merita attenzione e approfondimento – spiega la Segreteria cittadina del Partito Democratico –, valutiamo decisamente inopportuna la presenza di relatori riconducibili a un unico partito politico».

«Apprendiamo – continua la Segreteria – che all’evento prenderanno parte Mariella Rizzotti (Senatrice Forza Italia), Licia Ronzulli (Senatrice Forza Italia), Giusy Versace (Deputata Forza Italia), Ugo Cappellacci (Deputato Forza Italia), Pietro Pittalis (Deputato Forza Italia), Tamara Collu (responsabile Dipartimento Pari Opportunità e Disabilità Forza Italia), Alessandra De Febis (persona vicina a Silvio Berlusconi).

Per il Pd cittadino alla «lodevole iniziativa che affronta un tema delicato e complesso come quello del cyberbullismo, non dovrebbero partecipare esponenti politici, ma esperti del settore plurali e imparziali, in veste di conoscitori della materia, i quali tratterebbero il fenomeno sotto un profilo esclusivamente tecnico-scientifico. Stigmatizziamo – continuano – con decisione una tale connotazione politica dell’evento, che non risponde ai criteri di terzietà, imparzialità e neutralità, principi fondamentali e inderogabili del sistema d’istruzione pubblico».

Ma non solo. Il Partito Democratico di Ozieri considera infatti «grave e inopportuna la palese politicizzazione di un’iniziativa destinata agli studenti», perché i ragazzi «non hanno pienamente formato la propria coscienza e maturità politica».

Una «strumentalizzazione politica che rischia di apparire – affonda la Segreteria – come l’ennesima occasione di propaganda e proselitismo», che segue il convegno sul tema “Giovani e politica”, dello scorso novembre 2020, tenuto sempre davanti all’Assemblea d’Istituto, e al quale ha partecipato come unico relatore il Deputato di Forza Italia Pietro Pittalis.

Alla luce di questi fatti, la chiara e decisa posizione del Pd ozierese è quella di «difendere senza indugi il sacrosanto principio della libertà di pensiero, a garanzia e a tutela dei diritti e delle prerogative costituzionali, soprattutto delle generazioni più giovani».

Pertanto, il Circolo del Partito Democratico di Ozieri confida che il «Dirigente scolastico, prof. Andrea Nieddu, valuti le opportune azioni affinché vengano rispettati i principi democratici che ispirano il sistema scolastico, tra i quali gli inderogabili valori del pluralismo e dell’imparzialità della scuola pubblica».