• 29 Novembre 2021
  •  

Criticità caserma Vigili del Fuoco di Ozieri, i sindacati scrivono al Comando provinciale

Nella lettera i tre segretari sindacali R.B. Maninchedda (Fp Cgil VVF), Luigi Verrastro (Fns Cisl VVF) e Pasquale Vitiello (Uil Pa VVF) chiedono una serie di interventi per risolvere le diverse problematiche presenti nella sede ozierese.


OZIERI. Sanare definitivamente le numerose carenze e criticità presenti nella caserma del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Ozieri. È questa in sintesi la richiesta dei tre segretari sindacali R.B. Maninchedda (Fp Cgil VVF), Luigi Verrastro (Fns Cisl VVF) e Pasquale Vitiello (Uil Pa VVF) indirizzata al comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Sassari Girolamo Bentivoglio Fiandra e per conoscenza al responsabile sanitario VVF di Sassari Antonello Serra.

Tra le problematiche evidenziate nella missiva dai tre segretari sindacali, la diffusa «presenza di muffe e infiltrazioni nei bagni e nelle camerate», che non garantiscono né la «salubrità», né le più «minime condizioni igienico sanitarie». Situazione aggravata perdipiù dall’endemica presenza dei ratti. Problema questo che – si legge nella lettera –, va risolto alla radice e non solamente con una derattizzazione parziale (solo nel locale dell’autorimessa).

Così come c’è da intervenire – evidenziano i tre sindacati – nell’area autorimessa per la riparazione delle tre serrande: una da tempo chiusa, la seconda completamente aperta e la terza parzialmente funzionante. Stato di fatto che rende la caserma inevitabilmente vulnerabile all’accesso di estranei e malintenzionati.  

Nella lista delle priorità anche la necessaria manutenzione della linea telefonica, in quanto – si sottolinea nella lettera – sussistono difficoltà nelle comunicazioni di servizio e soprattutto in quelle di soccorso. Da riparare anche il badge, dal momento che non rileva alcuna lettura. A cui si aggiunge, infine, la mancata fornitura del materiale completo per il montaggio delle zanzariere.

Nell’apprezzare la «buona volontà del Comando nel cercare di risolvere le varie problematiche anche se solo parzialmente, considerando anche la scarsità di risorse a disposizione», i tre segretari Maninchedda, Verrastro e Vitiello considerano tuttavia che la «salute e la sicurezza del personale non abbiano prezzo». Auspicando un fattivo intervento per la risoluzione definitiva delle problematiche – concludono nella missiva –, si riservano di intraprendere qualsiasi altra azione che si renda necessaria.

Leggi anche: LA CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO DI OZIERI TRA RATTI E ZANZARE ASPETTA UNA RIQUALIFICAZIONE

Ottica Muscas