• 18 Maggio 2021
  •  

La Dinamo Sassari fuori dalle Final Eight

I Biancoblu battuti dalla Carpegna Prosciutto Pesaro 115 a 110.

La Dinamo Sassari esce sconfitta dalla bolla del Mediolanum Forum di Milano per mano della Carpegna Prosciutto Pesaro. Questo il responso finale della gara fra gli uomini di Pozzecco, espulso per due falli tecnici e quelli di Repesa, che pure Spissu e compagni avevano acchiappato sul finale andando all’overtime. 115 a 110 il risultato finale di una gara che, in un solo colpo, ha reso vane le prodezze delle sette vittorie consecutive dei biancoblu, annichilendo la buona condizione dei giganti sassaresi, che faceva prevedere tutta un’altra fine degli spareggi.

La Dinamo non è partita bene e, in un’altalena di punteggi che la hanno vista ora sopra ora sotto i marchigiani, la gara è scivolata verso l’overtime che ha decretato la vittoria di Pesaro, alla fine, bisogna dirlo, assolutamente meritata. Come detto Bendzius e compagni hanno risentito della mancanza del Poz, cacciato dalla panchina per doppio fallo tecnico, col risultato che la Dinamo si è disunita, non riuscendo a mantenere il pur esiguo vantaggio recuperato ed andando sotto, anche se proprio sui secondi finali Gentile ha trovato il 99/99 che ha portato la sua squadra all’overtime.

I suppletivi hanno visto Pesaro salire in cattedra, col risultato che saranno loro a passare alle semifinali, mentre i sassaresi dovranno fare ammenda e riflettere su diversi fattori negativi che sono stati messi in evidenza dalla gara.Ovvie e non poche le recriminazioni di fine match, in cui Pozzecco ha riconosciuto i meriti di Pesaro e preso atto dei valori tecnici ed umani della sua squadra, che, a suo parere, “è da encomiare per quanto sta facendo anche se nella circostanza non ha dato il meglio di sé, specie nel reparto arretrato. Ma lo sport è questo, ora bisogna reagire e proseguire la stagione come siamo in grado di fare, competendo alla pari con ogni avversario”.

Pesaro, naturalmente, esulta e per bocca del suo mister, il mitico coach Repesa, parla di una vittoria meritata e delle intenzioni di andare più lontano possibile, sia in campionato che nelle Final eight. Oltre al dispiacere, un pò di nervosismo è trapelato, invece, in casa Dinamo Sassari, vuoi per l’eliminazione dopo una sola partita, vuoi per le esuberanze disciplinari di Gianmarco Pozzecco, sanzionato prima in contemporanea da tutti e tre gli arbitri (la cui opera è stata ritenuta insufficiente in maniera bipartisan) e poi su una piuttosto evidente infrazione di “passi” di un suo uomo, ed infine vuoi perchè Repesa si è mostrato nella circostanza più abile tatticamente del suo più giovane collega.

Ceramiche Farina

A fare da contrappeso alla delusione, in vista della ripresa di fine mese con la Meyer Venezia, le molte convocazioni di cestisti della Dinamo per le rispettive nazionali: Marco Spissu, il più positivo fra i biancazzurri nella gara persa con Pesaro, sarà da venerdì a disposizione di Meo Sacchetti nella bolla di Perm, Russia orientale, nella quale si giocheranno le gare di qualificazione all’Europeo, al quale gli azzurri sono già qualificati in quanto Paese ospitante, ma Sacchetti ed i suoi giocatori vogliono arrivarci dopo aver confermato il primo posto del girone B, nel quale sono inseriti.

Convocati per le rispettive nazionali anche Eimantas Benzdius (Lituania), Kaspar Treier (Estonia) ed i due croati Miro Bilan e Filip Kruslin. La sosta servirà, oltre che per prendere una salutare boccata d’ossigeno e recuperare le giuste energie psico-fisiche, anche per ricompattarsi, trovando le giuste motivazioni per ripartire con nuovo slancio, e dare quelle soddisfazioni alle quali la Dinamo ormai da anni ci ha abituato: Siamo certi che sarà così, forza Dinamo!

Raimondo Meledina

Studio legale Niedda Masala