• 29 Novembre 2021
  •  

Furto di gioielli a Oristano, si costituisce a Milano la giovane rom ricercata

Era ricercata da quasi 5 mesi per furto di oro e gioielli commesso a Oristano. Nei giorni scorsi, B.S. di 29 anni di etnia Rom, si è costituita nel carcere San Vittore di Milano. La giovane lo scorso primo luglio, insieme a una complice, era riuscita a rubare, in un appartamento di via Segni, oro e gioielli per un ammontare complessivo di oltre 20mila euro.

L’autrice del proficuo furto era ricercata da tempo dal personale della Squadra Mobile che, con l’ausilio dei colleghi di Milano e di altre città della penisola, aveva setacciato, effettuando diverse perquisizioni in alcuni campi Rom per scovarla. La stessa ragazza, senza fissa dimora, pressata dalle ricerche, alla fine ha deciso di costituirsi.

Solo qualche settimana fa, anche la sua complice di 33 anni, era stata arrestata a Livorno, dopo che le indagini della Polizia di Stato avevano portato all’emissione di 2 misure cautelari in carcere per furto in appartamento.

Nel frattempo l’avvocato delle due donne ha contattato la vittima del furto in appartamento al fine di offrirle il risarcimento del danno morale e materiale patito a seguito del furto.

Da quanto è emerso in sede di indagine, durante la scorsa estate, avevano affittato un appartamento in una località turistica del Nuorese, punto di appoggio dal quale, a bordo di un’auto noleggiata a Olbia, si recavano in diversi centri abitati dell’isola alla ricerca di abitazioni da depredare.

Per mettere a segno i colpi senza destare sospetti e assicurarsi l’impunità le due donne, in stato di gravidanza, cercavano di confondersi tra i turisti vestendosi con abbigliamento casual. Tuttavia, le indagini hanno portato alla loro identificazione da parte della Squadra Mobile, anche grazie alle telecamere presenti in città e all’analisi dei tabulati telefonici.

Leggi anche: Svaligia un appartamento a Oristano, arrestata giovane Rom