• 20 Settembre 2021
  •  

GdF di Cagliari, denunciati 21 furbetti del reddito di cittadinanza

Dovranno restituire oltre 134mila euro.


CAGLIARI. Continua la caccia ai furbetti del reddito di cittadinanza. Tant’è che negli ultime settimane sono 21 le posizioni irregolari riscontrate dai Finanzieri del Comando Provinciale Cagliari in seno ai controlli di verifica dei requisiti di fruizione del “Reddito di Cittadinanza” effettuati a Cagliari, Capoterra, Iglesias, San Gavino Monreale, Carbonia, Muravera, Sant’Antioco, Vallermosa, Barumini, Villacidro, Villasimius, Ballao e Mandas. L’operazione delle Fiamme Gialle condotta in stretta collaborazione con l’Inps ha portato alla denuncia dei responsabili all’Autorità Giudiziaria, alla sospensione del beneficio e alla restituzione delle somme indebitamente percepite, ammontanti a 134.563 euro.

La base di partenza per i controlli è stato lo sviluppo delle diverse informazioni acquisite quotidianamente a seguito sia dell’attività di controllo del territorio che dallo scambio informativo con l’Istituto previdenziale. Nella lente d’ingrandimento sono finite le autodichiarazioni prodotte dai richiedenti, le quali sono state poi confrontate con le informazioni emergenti dall’analisi degli stati di famiglia.

Diverse, ed in certi casi particolari, le irregolarità riscontrate. In due circostanze, la causa della illegittima fruizione del beneficio è stata rappresentata dalla mancanza del requisito della cittadinanza: infatti la specifica norma prevede che il richiedente debba essere residente in Italia da almeno 10 anni e che lo sia continuativamente negli ultimi due anni.

In 16 casi, invece, l’irregolarità era legata all’omissione, nella dichiarazione sostitutiva unica, di redditi percepiti e disponibilità immobiliari. In tre occasioni, inoltre, le verifiche hanno consentito di rilevare una non corretta presentazione della domanda per accedere al Reddito, in quanto nella Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) – necessaria per l’ottenimento dell’attestazione ISEE – gli interessati non hanno fornito le complete informazioni sulla propria posizione reddituale avendo omesso di indicare gli importi relativi alle vincite derivanti dal gioco on line.

Ottica Muscas