• 22 Maggio 2022
  •  

Giagoni, Manca e Puddinu riuniscono gli stati generali della Lega a Sassari: «Niente più sconti a Campus»

Riunione Lega a Sassari

SASSARI. Importante riunione della Lega Sassari, che lo scorso venerdì 28 gennaio, alla presenza di quadri iscritti e militanti, ha richiamato all’Hotel Leonardo Da Vinci gli stati generali del partito, per ripercorre e analizzare i tratti salienti della politica regionale e cittadina. All’incontro, presieduto dalla coordinatrice cittadina Marina Puddinu, hanno presenziato il consigliere regionale del territorio Ignazio Manca e il nuovo coordinatore regionale Dario Giagoni, succeduto recentemente nell’incarico al deputato Eugenio Zoffili.

In apertura si è sottolineato il grande impegno del Carroccio per la realizzazione del centro intermodale, progetto reso possibile grazie al protocollo d’intesa, firmato dall’assessore regionale ai trasporti in quota Lega Giorgio Todde, tra Comune di Sassari, Rete Ferroviaria Italiana (RFI) e FS Sistemi Urbani.

Durante la riunione, uno degli argomenti più dibattuti è stato quello sulla sicurezza pubblica. La Lega Sassari, infatti, ha sempre fatto di questo tema il suo cavallo di battaglia, non lasciando mai passare inosservati gli eventi criminosi che purtroppo, come più riportato dai media locali, contraddistinguono in particolare la quotidianità del centro storico, ormai in balia di bande controllate dalla mafia nigeriana.

Molto critica sulla gestione del fenomeno da parte del primo cittadino di Sassari Nanni Campus e della sua Amministrazione, la coordinatrice della sezione Lega di Sassari, Marina Puddinu, che ha sottolineato come la «situazione della sicurezza in città sia peggiora di giorno in giorno. Ad oggi – rileva Puddinu – non si capisce la posizione del sindaco, troppo distante dai problemi reali. Nulla è stato fatto su questo tema e non possiamo certo permettere che la città diventi preda di balordi».

Riunione Lega Sassari Giagoni Manca e Puddinu

Gli onorevoli Giagoni e Manca assieme alla coordinatrice cittadina Puddinu hanno poi rimarcato come Giunta Campus abbia manifestato non solo il suo totale disinteresse per la situazione in cui versano le infrastrutture della città, ma anche su alcuni monumenti come quello dedicato a Mazzini del quale ricorre il 150° anniversario della morte. Sotto la lente dei tre esponenti leghisti, inoltre, il grave stato di abbandono in cui si trovano le strutture sportive destinate a sport giovanili e dilettantistici, così anche per l’annoso degrado dello stadio Vanni Sanna.

Nel prosieguo, altro focus è stato dedicato allo stanziamento di 460 mila euro per lo smaltimento dell’amianto in Provincia di Sassari del quale una buona fetta è stata assegnata al comune di Sassari. La coordinatrice Puddinu ha rilevato come, ancora una volta, «la Giunta Campus abbia ritenuto non urgente la necessità di smaltimento dell’amianto, emergenza citata peraltro anche nelle interrogazioni di alcuni consiglieri comunali».

Sul fronte economico, il consigliere regionale Ignazio Manca ha denunciato decenni di accoglienza incontrollata e il proliferare dei centri commerciali a Predda Niedda che di fatto hanno «decretato la morte del centro storico e del tessuto economico cittadino. Se prima – sottolinea Manca – i commercianti reinvestivano sul territorio, oggi tutto il reddito cittadino finisce nei forzieri delle multinazionali, che qui non pagano neppure le tasse».

L’incontro si è chiuso con l’impegno del coordinatore regionale Giagoni di promuovere tutte le azioni necessarie ed incisive per supportare la Lega a Sassari, considerato che il sindaco Nanni Campus, comunemente additato per essere un esponente della destra sassarese, sia diventato uno strumento dei 5 Stelle e più in generale della sinistra cittadina.

Ottica Muscas