• 25 Luglio 2024
  •  

Giornalismo per ragazzi, entra nel vivo la 4^ edizione di “Genera Festival”

Genera Festival 3
Ad Alghero, sabato 13, il primo dei nove appuntamenti previsti a luglio. Ospite della serata sarà la prof Graziella Monni che presenterà il suo nuovo libro “Il medico di Caller”.

Il Genera Festival, giunto alla sua quarta edizione, continua a celebrare il giornalismo e la comunicazione mettendo al centro i ragazzi. Promosso dall’Associazione Genera, il festival è concepito come un laboratorio per dare spazio ai sogni e ai progetti delle nuove generazioni. Il cuore dell’iniziativa è il concetto di “generatività”: un invito ai giovani a esprimere la propria creatività e visione, strumenti essenziali per esplorare nuove esperienze e scoprire sé stessi, storie e persone nuove. Nel progetto, coinvolti, come sempre, i ragazzi di terza e quarta superiore degli istituti di Sardegna.

Anche quest’anno il Festival è partito dalle scuole con i laboratori di giornalismo rivolti agli studenti del Canopoleno e del Margherita di Castelvì di Sassari e dell’istituto Paglietti di Porto Torres e Castelsardo. I partecipanti hanno avuto modo di confrontarsi con i tutor Alice Sassu, Giampaolo Cassitta e Daniela Piras e imparato a utilizzare le applicazioni che riguardano l’Intelligenza artificiale. Argomento questo che sarà al centro a Settembre, durante le serate conclusive, di una giornata dedicata. Protagonisti saranno gli studenti, che animeranno l’evento facendosi aiutare proprio dall’intelligenza artificiale.

Festival Genera 2

Nell’abito del Genera Festival, sono inoltre previsti per questo mese di luglio 9 appuntamenti letterari – tra Alghero, Ittiri e Stintino – caratterizzati da presentazioni di libri, letture, spazi musicali. «Genera Festival – spiega il direttore artistico Giampaolo Cassitta – è un evento di giornalismo per ragazzi che mira a ribaltare in positivo l’esigenza vitale dei giovani di esprimere la propria creatività e visione. È con loro che il futuro assumerà tinte più rosee se li aiutiamo a non circoscrivere la propria creatività ma a liberarla e a trasformarla in qualcosa di “generativo”».

Si parte sabato 13 luglio ad Alghero con la nuorese Graziella Monni, per anni professoressa nei licei ed è attualmente dirigente scolastica, che presenterà il suo nuovo libro “Il medico di Caller” (Solferino). L’evento si terrà al ristorante Movida, Bastioni Magellano 16, alle 19:30. L’autrice dialogherà con Elias Vacca e accompagnerà il pubblico a scoprire il nostro futuro partendo da un passato di un piccolo paese immaginario della Sardegna.

Il 16 a Ittiri e il luglio 17 ad Alghero sarà presente Gian Maria Volpato, cantautore giovanissimo, giunto secondo all’edizione di Xfactor del 2022, vincitore di Sanremo Giovani 2023 e con diverse hit molto amate dai ragazzi. Gianmaria ha scritto il libro “Stagno”, Mondadori editore, dove racconta con il linguaggio giovanile, esplicito, politicamente scorretto ma genuino, la storia davvero originale di un ragazzo di 17 anni.  

Andrea Rustichelli, giornalista di Rai 3, proporrà invece, il 19 luglio a Stintino e il 20 ad Alghero, un racconto reportage all’interno di un mondo separato, nascosto: quello degli ammalati di cancro. Lui, che ha affrontato la malattia, racconterà di quei reparti ospedalieri dove si rischia di smarrirsi nel silenzio e nell’impotenza. Senza Biglietto. Viaggio nella carrozza 048, Merlin editore, è un libro che riesce a generare resilienza e aiuta ad affrontare il futuro.

Il 25 luglio ad Alghero arriverà Patrick Zaki con il suo libro Sogni e illusioni di libertà (La nave di Teseo). C’è stato un momento in cui il suo futuro pareva torbido, inarrivabile. Quando nel febbraio del 2020 ritorna a casa sua in Egitto, da Bologna, dove studia. Sembra solo una pausa ma le cose non vanno come previsto. Il giovane conosce il carcere e per 20 mesi (dal 7 febbraio 2020 all’8 dicembre 2021) non riesce a comprendere cosa sia successo. Il volume racconta cosa è avvenuto davvero in quei giorni: interrogatori, isolamento, torture. Con la sua testimonianza Patrick Zaki è stato in grado di generare speranza e futuro. Si avrà modo di dialogare con l’autore, in collaborazione con l’Associazione Studenti di scienze politiche.

zaki

Le indagini, l’intuito, capire il passato è nelle corde di Antonio Fusco, funzionario della Polizia di Stato e criminologo forense. Il suo ultimo libro “La scomparsa di Elisa Ohlsen, (Rizzoli) parte dal passato: da un cadavere mummificato che può appartenere ad una donna scomparsa sette anni prima. Come si arriverà alla soluzione di un caso che potrebbe essere l’ennesimo femminicidio? Un argomento molto sentito dalla giovane generazione, molto dibattuto e che si scontra con pregiudizi e modi di vivere di un passato che dovrebbe essere modificato. Fusco sarà ad Alghero il 26 luglio e il 27 a Stintino.

Chiuderà gli appuntamenti di luglio il 28 ad Alghero Antonio Padellaro con “Solo la verità, lo giuro”, un lungo racconto che percorre più di cinquant’anni di giornalismo, di scoop e ricordi autobiografici, di ritratti di personaggi potenti o eccentrici che si sono succeduti, di “maestri” e amici di sempre.

Tutti gli appuntamenti delle serate sono condivisi sulla pagina https://www.facebook.com/festivalgenera

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.