• 5 Dicembre 2021
  •  

Domani è la Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada

Ogni anno, la terza domenica di novembre ricorre la “Giornata Mondiale in memoria delle vittime della strada”, un momento di ricordo e riflessione che viene dedicato alle vittime di incidenti stradali e ai loro familiari e quest’anno si svolgerà domenica 21 novembre.

Nella stessa giornata in Italia ricorre la “Giornata Nazionale in memoria delle vittime della strada”, istituita con Legge 29.12.2017 n. 227. La sicurezza stradale è considerata dai Paesi europei una della maggiori criticità da affrontare; insieme si sono posti come obiettivo quello di azzerare il numero delle vittime della strada entro il 2050, in particolare nel 2030 di ridurre al 50% il numero sia delle vittime che dei feriti gravi.

La Polizia di Stato, attraverso la Stradale, sin dall’inizio dell’anno per contenere il numero dei sinistri mortali ha impiegato oltre 397.000 pattuglie su tutto il territorio nazionale, che hanno permesso di accertare più di 1.500.000 infrazioni, di ritirare 21.255 patenti di guida con 2.477.333 punti decurtati.

Tra i comportamenti errati, la distrazione alla guida causata dall’uso dei telefoni cellulari, la velocità elevata, il mancato uso dei dispositivi di sicurezza e la guida sotto l’effetto di alterazione psico-fisica causata da alcool e droga rappresentano le maggiori cause di incidenti stradali.

Dall’inizio del 2021 nella Provincia di Sassari, la sola Polizia di Stato ha contestato, in particolare, 190 infrazioni per uso del cellulare alla guida, 915 eccessi velocità, 220 guide in stato di ebrezza alcolica e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, 1210 mancati uso cintura di sicurezza, con il ritiro e la sospensione di oltre 1000 patenti.

Solo i controlli di polizia non bastano, occorre una maggiore responsabilità individuale, prestando maggiore attenzione con la propria condotta per rispettare la vita propria e altrui. L’obiettivo della Polizia di Stato è quello di sensibilizzare gli automobilisti sui rischi che derivano dai comportamenti sbagliati alla guida, anche attraverso campagne di prevenzione ed informazione sulla sicurezza stradale. 

Ogni anno il Compartimento Polizia Stradale per la “Sardegna” svolge numerose iniziative dedicate all’educazione stradale indirizzate non solo agli automobilisti, ma anche ai giovani, futuri conducenti, attraverso la diffusione nelle scuole della cultura della legalità, della prevenzione e la promozione dei corretti stili di vita, e che coinvolge insegnanti, studenti e genitori.

La cultura della guida sicura è un valore comune e un impegno corale, perché la strada è di tutti e tutti dobbiamo fare la nostra parte, adottando e pretendendo dagli altri fin da subito condotte di guida corrette.

Ottica Muscas