• 22 Giugno 2024
  •  

Guardia di Finanza, aperte a Cagliari le celebrazioni per il 250° di fondazione

Cagliari festa 250 anni Guardia di Finanza
Tenuta oggi al Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” una manifestazione celebrativa in collaborazione con la giovane Orchestra degli Allievi.

CAGLIARI | 3 maggio 2024. Nella giornata di oggi, il Comando Regionale Sardegna ha dato avvio alle iniziative connesse alle celebrazioni del 250° anniversario di fondazione della Guardia di Finanza. Nell’auditorium del Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari, si è tenuta una manifestazione celebrativa in collaborazione con la giovane Orchestra degli Allievi. All’evento hanno partecipato circa 800 spettatori, tra autorità civili, militari e religiose, rappresentanze dei militari delle Fiamme Gialle e relativi familiari e, soprattutto, 400 studenti dell’ultimo biennio delle Scuole secondarie di secondo grado.

Concerto 250 GdF Cagliari

La presenza di un così considerevole numero di alunni ha avuto lo scopo di far conoscere loro l’Istituzione della Guardia di Finanza, al fine di diffondere i principi di legalità economico-finanziaria previsti dalla nostra Carta costituzionale.

Durante un viaggio tra musica e storia, caratterizzato dal motto “nella tradizione il futuro” – “in su connottu su benidore” – è stato presentato il percorso di due secoli e mezzo, attraverso le tappe più significative di un lungo cammino al fine di rendere un doveroso e meritato omaggio ai tanti finanzieri sardi che hanno dedicato la loro vita professionale, anche sulla Penisola, a favore della collettività.

250 fondazione GdF a Cagliari

Il percorso parte dal lontano 1774, anno in cui nel Regno di Sardegna venne istituita la “Legione delle Truppe Leggere”, antesignana del Corpo, con compiti di vigilanza dei confini ai fini doganali, passando per il contributo fornito durante il Risorgimento, le due guerre mondiali, sino a giungere ai tempi odierni dove la Guardia di Finanza è diventata una moderna e versatile Forza di Polizia, a tutela delle entrate e delle uscite pubbliche, dedita al contrasto alle infiltrazioni nel tessuto economico sano di capitali illeciti, a difesa delle libertà d’impresa grazie al contrasto a forme di concorrenza sleale e alla contraffazione e che svolge pure le rilevanti funzioni di polizia del mare.

Proprio l’omaggio alle Fiamme Gialle di Sardegna ha portato al ricordo di alcuni eroi dell’Isola, tra i quali Costantino Carta, originario di Suni (OR), che esplose il primo colpo di fucile da parte italiana nella prima guerra mondiale, di Salvatore Corrias di San Nicolò Gerrei (CA), dichiarato “Giusto tra le Nazioni” e di Giovanni Tolis di Chiaramonti (SS) deceduto nel campo di sterminio di Mathausen (Austria), entrambi decorati di medaglia d’oro al merito civile per aver salvato tante persone ebree dalla deportazione nei campi di sterminio e di Giuseppe Pala di Serdiana (CA) vittima delle foibe.

L’evento è stato condotto da Maria Spigonardo, giornalista della Redazione TGR Sardegna ed ha visto una continua alternanza di musica, filmati e testimonianze dei finanzieri impegnati quotidianamente a contrasto dell’evasione e delle frodi fiscali, a tutela della spesa pubblica, nel concorso all’Ordine Pubblico, a presidio dei confini nazionali ed europei. Tra gli “ospiti” anche il cane antidroga “Grizzly” accompagnato dal suo conduttore.

Sono state illustrate anche le funzioni dei diversi comparti specialistici quali il servizio aereo e navale e il contingente Antiterrorismo e Pronto Impiego.

Il Comandante Regionale Sardegna, Gen. B. Claudio Bolognese, ha evidenziato ai giovani studenti il ruolo al servizio delle Istituzioni e della collettività delle Fiamme Gialle, che forniscono quotidianamente, con senso del dovere e umanità, il loro contributo a tutela delle libertà economiche e dell’equità sociale.

L’Orchestra degli allievi del Conservatorio, diretta dal maestro Alberto Pollesel, ha ricevuto per l’occasione un video-messaggio di saluto da parte del famoso tenore Andrea Bocelli ed ha eseguito alcuni brani tratti dalle opere tradizionali quali “O mio Babbino Caro” di Giacomo Puccini, alternate con alcune tra le più famose colonne sonore di film scritte dal noto compositore Ennio Morricone, per finire con marce militari abitualmente eseguite dalla Banda Musicale della Guardia di Finanza.

Durante l’evento, il dirigente dell’Ufficio scolastico regionale, dott. Feliziani, accompagnato dalla professoressa Cappai, ha proceduto alla premiazione della studentessa Michela Colonnese, dell’Istituto Azuni di Cagliari, risultata vincitrice del concorso artistico “Guardia di Finanza. 250 anni al servizio del Paese” promosso dal Comando Regionale Sardegna in collaborazione con il citato Ufficio Scolastico.

Anche il campione olimpico del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, Filippo Tortu, ha rivolto uno speciale saluto a distanza ai giovani studenti mentre il velista Romano Battisti ha parlato sul palco della sua esperienza nel team di “Luna Rossa”.

Concerto 250 GdF a Cagliari

Il concerto si è concluso con l’esecuzione della “Preghiera del Finanziere”, cantata per la prima volta a livello nazionale in lingua sarda dal Coro Polifonico maschile “Is Concias” di Quartucciu, diretto dal maestro Mattana, seguito dall’Inno Nazionale, eseguito magistralmente dall’Orchestra degli allievi del Conservatorio.

Le celebrazioni proseguiranno con altri eventi, tra i quali spiccano la mostra multimediale in programma dal 19 al 23 giugno prossimo presso la passeggiata coperta del Bastione Saint Remy di Cagliari, mentre il 26 giugno si celebrerà l’annuale festa del Corpo per la prima volta nel piazzale antistante la Basilica di Nostra Signora di Bonaria.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.