• 2 Marzo 2021
  •  
Logudorolive

L’IIS Segni di Ozieri riprende le lezioni con una campagna screening Covid

IIS Segni di Ozieri

L’IIS Segni di Ozieri riprende le lezioni in presenza rispettando la quota del 50% in presenza e in DAD. Prevista anche una campagna di screening anti Covid rivolta a docenti, personale Ata e studenti.

OZIERI. Con una circolare emessa nella giornata di ieri anche l’Istituto di Istruzione Superiore A. Segni di Ozieri ha chiarito a docenti, personale ATA, studenti e famiglie quali saranno le modalità per riprendere da lunedì 1° febbraio le lezioni sia in presenza che a distanza.

L’incertezza e la paura per una ripresa che potrebbe nuovamente esporre a contagio e portare a nuove sospensioni resta un rischio possibile ma il dirigente dell’IIS Segni Andrea Nieddu non ha lasciato niente al caso e tra organizzazione minuziosa e una campagna di screening che sottoporrà a controllo tutto il personale ed anche gli studenti che aderiranno, le lezioni potrebbero essere svolte in piena sicurezza.

Il dirigente scolastico dell'IIS Segni di Ozieri Andrea Nieddu
Il dirigente scolastico dell’IIS Segni di Ozieri Andrea Nieddu

La priorità per le lezioni in presenza è stata data alle classi con studenti diversamente abili e alle classi prima e quinta, per motivi diversi le più delicate di tutto il percorso di studi, e sarà rispettata la quota del 50% in presenza e in DAD.

Ecco lo schema riepilogativo delle classi che svolgeranno lezioni in presenza:

Liceo Scientifico Ozieri1AS, 1AA, 1BA, 3AA, 5AS, 5AA, 5BA
Liceo Classico e delle Scienze Umane1AC, 4AC, 5AC, 1AU, 1BU, 2AU, 4CU, Per la 5AU (dalla lettera A alla lettera N)
Liceo Scientifico Pozzomaggiore1AP,2AP, 5AP, 5BP
Liceo Scientifico Bono1AB, 4AB, 4BB, 5AB

Così come già previsto all’inizio dell’anno scolastico, i ragazzi dovranno osservare scrupolosamente tutte le norme anti Covid, compresa la mascherina che dovrà essere indossata per tutta la durata delle lezioni, ad eccezione del momento in cui si consuma il pasto durante la ricreazione oppure durante le attività motorie.

Si potrà accedere all’interno degli edifici se non si ha contestuale sintomatologia respiratoria o febbre superiore a 37.5° C nei tre giorni precedenti, se non si è stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni e se non si è stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni.

L’orario di ingresso per la sede di Ozieri è previsto per le ore 8,15 con inizio delle lezioni alle 8,20 e intervallo dalle 11,15 alle 11,30 mentre per le sedi di Bono e Pozzomaggiore, ingresso alle ore 8,25 con inizio lezioni alle 8,30 e intervallo dalle 11,20 alle 11,35. La quinta e sesta ora saranno ridotte di 10 minuti ciascuna e se per Bono e Pozzomaggiore i varchi di ingresso saranno unici, per la sede di Ozieri i ragazzi dovranno rispettare le indicazioni previste per i diversi indirizzi.

L’IIS Segni infine provvederà a distribuire, fino ad esaurimento scorte, le mascherine ricevute dal Commissario Straordinario per l’Emergenza ma l’operazione più importante per garantire sicurezza e tranquillità è la seconda fase dell’imponente programma di screening avviato alla fine dello scorso anno. Già da lunedì gli studenti che rientreranno in presenza, il personale docente e ATA, saranno sottoposti, su base volontaria, a tampone rapido o a test sierologico. (Lunedì a Ozieri e martedì a Pozzomaggiore).

Studio legale Niedda Masala

Per il personale scolastico il costo sarà a carico della scuola mentre per gli studenti il costo sarà di € 24,00 per effettuare il test sierologico o di € 40,00 per il tampone rapido. Gli studenti, che a suo tempo avessero già versato la quota per il test sierologico e che per diversi motivi non l’avessero svolto, potranno eseguire il test sierologico senza alcuna spesa aggiuntiva o scegliere di convertirlo in un tampone rapido, aggiungendo la differenza di costo pari a € 16,00.

Per gli studenti è necessario il consenso dei genitori che dovrà essere consegnato al coordinatore di classe. Per chi seguirà le lezioni in modalità a distanza, infine, ci sarà la possibilità di eseguire lo screening al rientro in presenza, secondo le modalità che all’occorrenza saranno rese note.