• 22 Gennaio 2022
  •  

Con l’inverno arriva il momento di montare gli pneumatici da neve

L’inverno arrivato con tutto suo vigore, il repentino abbassamento delle temperature, l’abbondante pioggia, il manto stradale ghiacciato e la caduta della prima neve ricordano l’inderogabile l’appuntamento con il cambio pneumatici per viaggiare in sicurezza. A confermare questo obbligo agli automobilisti è Giuseppe Pireddu, delegato di Confartigianato Imprese Sardegna per l’autoriparazione

«Con l’arrivo dell’inverno – afferma Pireddu – le basse temperature, con pioggia, brina, ghiaccio e anche neve, rendono le strade più insicure ed è buona norma dotarsi di pneumatici invernali, le cosiddette gomme termiche, che permettono di affrontare in sicurezza la cattiva stagione».

Pireddu ribadisce il suo consiglio per motivi di sicurezza, ma ci sono anche le ordinanze dei sindaci che dal 15 novembre al 15 aprile  prescrivono l’uso dei pneumatici invernali o le catene a bordo.

«Quando la temperatura scende sotto i 20 gradi – continua Pireddu – i pneumatici estivi non sono più performanti e ormai anche in Italia sono sempre di più gli automobilisti che si sono attrezzati con il doppio treno di gomme, uno per l’estate e uno per l’inverno. Più di una vettura su quattro ormai è dotata del doppio treno di gomme e il trend è in crescita, come d’altronde avviene in altri Paesi europei dove il doppio treno di gomme è la regola”. “Inoltre – ribadisce il delegato regionale di Confartigianato per l’autoriparazione – c’è da aggiungere che le catene a bordo non risolvono il problema, perché servono solo in caso di neve, ma non  negli altri casi».

Se ancora non si è ancora provveduto il consiglio è dunque quello di intervenire subito, prendere appuntamento nella propria officina di fiducia e installare i pneumatici invernali. Una scelta che rappresenta, alla lunga, anche un risparmio. 

«Con il doppio treno di gomme i pneumatici durano di più, e sono sempre al top della sicurezza, per il fatto che la sostituzione periodica delle gomme – conclude Pireddu – consente di fare sempre i controlli sul gonfiaggio, la pressione ecc».

Gli pneumatici invernali sono caratterizzati dalla marcatura M+S (ovvero “MS”, “M/S”, “M-S”, “M&S”), e ne è consentito l’utilizzo, nel periodo invernale, anche se il loro codice di velocità massima è inferiore a quello previsto sul libretto di circolazione per gli pneumatici estivi (ma in ogni caso non inferiore a Q=160 km orari).

I dispositivi antisdrucciolevoli (es. catene da neve) devono essere omologati UNI 11313 oppure Onorm V5117. Nel periodo citato, inoltre, ciclomotori e motocicli possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto. Per il cambio gomme o per il controllo del loro stato di usura è necessario recarsi da un gommista abilitato che fornirà tutte le informazioni per la sicurezza.

I gommisti di Confartigianato Sardegna, che sono a disposizione per fornire indicazioni utili per tenere sotto controllo la salute degli pneumatici, consigliano anche: di controllare periodicamente la pressione dei tuoi pneumatici come indicato dal costruttore della vettura, di controllare lo spessore del battistrada su tutta la sua superficie, di verificare se sugli pneumatici ci sono rigonfiamenti, vibrazioni anomale, intagli o screpolature. Infine, è bene conservare le gomme invernali/estive in un luogo asciutto e buio, disponendo gli stessi in modo da evitare schiacciature.