• 21 Aprile 2024
  •  

Mercoledì a Bono la presentazione del libro “Li chiamano anche Portieri” di Luigi Guelpa

luigi Gualpa Li chiamavano anche portieri
Il giornalista vercellese inaugurerà domani alle 21.30 in piazza Trieste le anteprime del Festival di letteratura sportiva Mens Sana in programma i prossimi 22, 23 e 24 settembre.

BONO. Sarà il giornalista Luigi Guelpa, autore del libro “Li chiamano anche Portieri”, a dare il via domani 5 luglio a Bono alla serie di anteprime della prima edizione festival di letteratura sportiva Mens Sana, voluto dal Comune di Bono e realizzato con Lìberos, che animerà la comunità e gli amanti dello sport i prossimi 22, 23 e 24 settembre. L’appuntamento è per le 21.30 in piazza Trieste, quando prenderà il via la presentazione del libro, edito pochi giorni fa da Mursia, in un dialogo tra l’autore e Carlo Massei. Intervalleranno la chiacchierata performance della Compagnia teatrale di Bono.

La presentazione è organizzata in collaborazione con Mursia, la Biblioteca popolare dello sport, l’agenzia letteraria Biemme, le associazioni sportive Atletico Bono, Avis Bono Calcio e Lupi del Goceano, CLIP Collettivo Letterario Informale Performativo, il festival Liquida e la libreria Koinè Ubik di Sassari.

Maria Foddai

L’opera. Il portiere è un avventuriero chiamato a gesti di grande responsabilità. È dispari, solitario, l’unico deputato all’uso delle mani. Le sue parate strappano applausi, i suoi errori non si possono cancellare. Li chiamano anche Portieri è un viaggio che parte dalle origini del ruolo fino ai giorni nostri e oltre. È un’antologia di 44 portieri, una cavalcata che prende il via con William Foulke, il pioniere e pachidermico guardiano britannico dell’Ottocento, e taglia il traguardo con Jo Hyeon, che si ispira ai cartoon di Holly e Benji. Nel mezzo ci sono i folli dell’area di rigore, come Hugo Gatti che si abbronzava appoggiato al palo della porta, o Roberto Rojas che si tagliò il viso con un bisturi per tentare di vincere la partita della vita e compiacere Pinochet, oppure Gordon Banks che rimase tra i migliori al mondo anche cieco da un occhio. Sono storie uniche, autentiche, al limite del paradosso. 

L’autore. Luigi Guelpa è nato nel 1971 a Vercelli, dove vive. Giornalista professionista, da oltre trent’anni racconta i conflitti di mezzo mondo per alcune delle principali testate nazionali, tra cui «Il Foglio» e «Il Giornale». Autore per Rai Due, spesso si affida allo sport per trovare una diversa chiave di lettura nel narrare gli aspetti sociali e di vita quotidiana dei Paesi in cui è inviato. Nel 2010, con “Il tackle nel deserto”, ha vinto il Premio Selezione Bancarella Sport.

A.C.

Leggi altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.