• 22 Giugno 2024
  •  

Monti, al Vinitaly brillano anche i vini della Cantina del Vermentino e della Cantina Tani

Vinitaly 2024 2
Ancora prestigiosi riconoscimenti per le due aziende montine.

MONTI | 22 aprile 2024. Calato il sipario sulla 56^ edizione del Vinitaly, vetrina enologica mondiale, restano accesi i riflettori sulla vitivinicoltura di Monti, che si conferma tra le eccellenze. Infatti, fra le 124 aziende sarde presenti a Verona, sono state pluripremiate la Cantina del Vermentino e la Cantina Tani. La prima ha ottenuto riconoscimenti per sei vini: S’Abè (Fiano), Isola dei Nuraghi Igt, che ha ottenuto 92 punti su 100; Arakena, Vermentino di Gallura Docg Superiore, 92/100; Kumbè (Malvasia), Isola dei Nuraghi Igt, 91/100; Funtanaliras, Vermentino di Gallura Docg, 91/100; Aghiloja, Vermentino di Gallura Docg Superiore, 90/100; Cobel (Traminer), Isola dei Nuraghi Igt, 90/100. La Cantina Tani, invece, per tre vini: il Vilù (Cannonau di Sardegna Rosè Doc) 91/100; il Vermentino di Gallura Docg Passito Tani, Isola dei Nuraghi, Igt, 91/100; Donosu, Cannonau di Sardegna Doc, 90/100. 

Entrambe sono state già protagoniste della kermesse: nel 2015 quella del Vermentino trionfò con il “Balari”, Vermentino di Gallura Docg, miglior vino frizzante d’Italia; la Tani nel 2019 con il “Serranu”, Isola dei Nuraghi, Igt, miglior rosso d’Italia.

I rinnovati successi valorizzano le due facce della stessa medaglia: quello sociale, con la storica cantina del Vermentino e quello ruspante dell’imprenditoria locale.

Cantina del Vermentino al Vinitaly

La Cantina del Vermentino si muove fra tradizione con i rinomati Vermentino di Gallura Arakena, Funtanaliras e Aghiloja, e innovazione con il Fiano, il Traminer e la Malvasia. «Questi ultimi frutto di una sperimentazione ultra decennale, voluta dal Consiglio di amministrazione e seguita dall’enologo Alberto Raccanelli. Vini imbottigliati e presentati – commenta con orgoglio il presidente Mauro Murrighile – in occasione del Vinitaly, con la speranza di ottenere riconoscimenti. Scommessa vinta. Siamo l’unica Cantina in Sardegna ad avere impiantato sul proprio territorio il Fiano (proveniente dalla Campania) e il Traminer (Nord Italia) decidendo di produrli in purezza con un numero limitato di bottiglie numerate, che hanno incuriosito buyer e i tantissimi visitatori del nostro stand. Mi complimento con tutti per l’ottimo risultato».

Cantina Tani

Roberta Tani, dell’omonima cantina che continua a mietere successi, commenta più che entusiasta il rinnovato apprezzamento conseguito e del riscontro positivo dei visitatori: «Siamo contenti e onorati dei risultati ottenuti con i nostri vini che riflettono l’identità dei luoghi in cui nascono e ne rispettano l’ambiente. Vini che negli anni si confermano per qualità e profonda analogia fra vino e terroir. Costante la nostra voglia di realizzare un prodotto che spicca per la vocazione e i profili aromatici territoriali. I vigneti coltivati con cura e attenzione per far crescere le migliori materie e ottenere risultati di qualità. Ecco il successo dei nostri vini.”

Una tappa prestigiosa per entrambe le Cantine, con l’auspicio che possano raggiungere traguardi sempre più significativi.

Giuseppe Mattioli

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Giuseppe Mattioli

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.