• 7 Ottobre 2022
  •  

Monti, Cantina del Vermentino: distribuiti 1,5 milioni di euro ai soci

Cantina del Vermentino
Tra anticipo, prima e seconda tranche, ripartiti in totale 4 milioni e mezzo di euro.

MONTI. I 350 soci-viticoltori della Cantina sociale del Vermentino hanno trascorso un buon Ferragosto. Come da prassi il Consiglio di amministrazione ha distribuito il saldo della vendemmia 2020: un importo di un milione e mezzo di euro. Nelle loro tasche, fra anticipo, prima e seconda tranche, sono entrate qualcosa come 4 milioni e mezzo di euro.

Se l’ultima Sagra del Vermentino è stata ricca di soddisfazioni, essendo la cartina di tornasole dal punto di vista mediatico, di immagine e turistico, il fattore economico risulta fondamentale per i viticoltori, visto che la cooperativa viene considerata a tutti gli effetti il vero volano dell’economia paesana. Centinaia di famiglie che ricavano reddito e quindi sostentamento dalla viticoltura.

A beneficiare delle ricadute economiche positive l’intero indotto che gravita attorno al comparto: dai salariati fissi, agli operai stagionali, dai padroncini delle macchine agricole, ai rivenditori di prodotti per la viticoltura. Il saldo ricevuto, oltre per le necessità familiari, permette di far fronte alle spese di gestione degli impianti che necessitano di continui lavori di manutenzione, fra medicinali e manodopera.

Tutti i Consigli di amministrazione della Cantina del Vermentino che sono succeduti hanno proseguito su una collaudata prassi, distribuendo le risorse finanziarie in tre volte. A Natale l’acconto relativo alla vendemmia dell’anno in corso, poi, una volta chiuso il bilancio, il relativo saldo suddiviso in due tranche: nell’anno seguente, la prima nella settimana antecedente la Pasqua, la seconda per Ferragosto. Quest’ultima ideata per far fronte alle spese della prossima vendemmia.

Una successione calcolata con l’obiettivo di raggiungere due obiettivi: il primo, la disponibilità di liquidità da parte del socio a scadenza fissa, utile per la gestione degli impianti; secondo tenere conto dell’andamento economico-finanziario della cooperativa del mercato. Dall’analisi di queste voci è stato determinato l’ammontare delle risorse economiche distribuite ai soci, che per la vendemmia 2020, è stato di 4 milioni e mezzo, cifra considerevole.

Giuseppe Mattioli

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Webp.net gifmaker 1