• 13 Giugno 2021
  •  

Monti, il Rally Italia Sardegna riporta ottimismo e spensieratezza

MONTI. Una tappa del mondiale Rally Italia Sardegna è tornata anche sulle strade della Gallura, così come i tifosi, tantissimi dei quali provenienti dal Continente e dall’estero. Poste le tende del quartier generale a Olbia, piloti e auto hanno prima scaldato i motori, poi con lo shakedown si sono viste le prime schermaglie fra piloti e case automobilistiche sfidarsi per la vittoria finale, che ha scatenato l’entusiasmo degli appassionati sempre più numerosi ed entusiasti di questo sport.

Oggi, Monti è stata, solo, sede di ritrovo, in altre edizioni era maggiormente coinvolta, visto che una prova speciale si correva fra gli sterrati di casa, nel demanio di Monte Olia. Dopo i lunghi mesi di paure e tribolazioni, causate dalla pandemia del Covid-19, finalmente una giornata all’insegna del bel tempo e dell’ottimismo.

Da tempo, i montini, non vedevano una massa di gente affollare le strade principali del paese. Sin dalle prime ore del giorno transitavano gli addetti ai lavori, seguiti successivamente dagli appassionati, che hanno raggiunto il paese con moto, auto, fuori strada e pic-up, caravan.

Per tutti l’obiettivo poter assistere alle prove speciali del “Rally Italia Sardegna” Filugosu-Sa Conchedda, ubicate fra Pattada e Oschiri e Buddusò-Alà dei Sardi. Quelli armati di cellulari e macchine fotografiche si sono fermati ai cancelli della cantina sociale del Vermentino per vedere in faccia e immortalare la sorpresa Thierry Neuville o i duellanti al titolo mondiale, Sebastian Ogier o Dani Sordo. Servizi d’ordine impeccabile, accesso chiuso agli estranei, tutto è filato liscio: d’altronde si trattava “regroup”. Lontani i tempi cupi del covid-19 quando a Monti, dominavano ristrettezze e paure.

Giuseppe Mattioli