• 18 Settembre 2021
  •  

Venerdì a Monti l’incontro pedagogico con Lorenzo Braina

MONTI. «È tempo di rinascere. Scuola di educazione tra obbligo e desiderio». È il tema dell’iniziativa, nell’irto campo educativo, promossa dal Comune, che si terrà venerdì 30 luglio, alle ore 21,30, nel cuore del paese, nella centralissima piazza Regina Margherita, condotta dal pedagogista Lorenzo Braina.

Sarà un momento di riflessione sullo stato dell’arte, del variegato mondo giovanile, con tutti i risvolti sulle innumerevoli problematiche e sfaccettature, che spesso non collimano con i desiderata dei genitori. Lo scontro generazionale, si sa, c’è sempre stato, forse mai, con una divaricazione così ampia come nel presente. Pesa il fatto che la cinghia di trasmissione fra genitori e figli “pare”, nella maggior parte dei casi, si sia interrotta/spezzata, che gli apprendimenti, le sollecitazioni, i modi comportamentali arrivino dal branco, dal mondo dei media, dai nuovi idoli/eroi. Da qui le domande. Si può invertire la rotta? Vi sono margini per intraprendere un nuovo percorso nell’affrontare le problematiche e trovare se non soluzioni, almeno correttivi e aggiustamenti?

L’incontro proposto dal Comune, accompagnato da un suggestivo supporto musicale di Donato Cancedda, è rivolto a genitori, insegnanti, catechiste, educatori, associazioni locali operanti nei settori educativi, del tempo libero, dello sport, e a tutte le figure impegnate nella cura educativa “con l’obiettivo di affiancare la società educante, offrendo spunti di riflessione sulla formazione e consapevolezza delle tappe evolutive di figli e ragazzi, per favorire quanto è più possibile il loro benessere”.

L’incontro si svolgerà nel pieno rispetto delle misure di sicurezza stabilite nelle linee guida in materia di Covid-19.

Giuseppe Mattioli