• 2 Luglio 2022
  •  

Monti, scendono a 21 i casi di contagio da Covid-19

Panorama Monti

MONTI. Il sindaco Emanuele Mutzu, con il comunicato del Coc del 28 marzo, contenente le nuove indicazioni per il conferimento dei rifiuti, predisposte dall’Istituto Superiore di Sanità, pone all’attenzione della comunità anche la situazione epidemiologica relativa ai contagi da Covid-19 presenti in paese. Casi che, secondo i dati raccolti dal primo cittadino attraverso la piattaforma regionale e le informazioni pervenute dai medici di base o dai diretti interessati, si attestano a 21.

«Come sempre – sottolinea Mutzu – bisogna considerare che il dato varia sensibilmente di giorno in giorno, se si tiene conto delle guarigioni e dei nuovi contagi. I cittadini positivi – specifica – si trovano in isolamento presso le loro abitazioni». Il sindaco con soddisfazione evidenzia anche una progressiva diminuzione dei casi (nell’ultimo bollettino il numero dei contagiati era di 121). Per questo aggiunge: «Chiedo, comunque, la massima collaborazione di tutti affinché con i comportamenti e con la corretta e rigorosa applicazione delle disposizioni di legge si contribuisca in modo fattivo al contenimento dei contagi».

Passando al sensibile problema del «ritiro rifiuti per i soggetti positivi al Covid-19», in presenza di una persona positiva al Sars-Covid-2, si può continuare a fare la raccolta differenziata, a patto che si seguano alcuni accorgimenti «per limitare il più possibile errori nella raccolta e nel conferimento dei rifiuti a salvaguardia della sicurezza in ambito domestico e della salute degli operatori ecologici addetti alla raccolta».

In particolare: «confezionare tutte le tipologie di rifiuti secondo le regole vigenti sul territorio relative alla raccolta differenziata in modo da non danneggiare e/o contaminare esternamente, con particolare attenzione agli oggetti contundenti. Per tutte le frazioni dovranno essere utilizzati almeno due sacchetti uno dentro l’altro, della stessa tipologia prevista per la frazione raccolta. Infine – conclude – fazzoletti di carta, carta da rotoli, mascherine e guanti, tamponi, per test per autodiagnosi Covid-19, dovranno essere inseriti in una busta separata e chiusa, prima di essere introdotti nel sacco dei rifiuti indifferenziati».

Le modalità per gestire i rifiuti domestici e i materiali riciclabili nel modo corretto sono contenute in una locandina a parte.

Giuseppe Mattioli

nuvustudio