• 11 Agosto 2022
  •  

Non vedenti, l’ogliastrina Monica Taula è la nuova presidente nazionale dell’ANPVI

Presidente ANPVI
La 57enne di Loceri è la prima donna in Italia a guidare un’associazione dei disabili della vista.

L’ogliastrina Monica Taula è la nuova presidente Nazionale dell’ANPVI (Associazione Nazionale Privi della Vista e Ipovedenti). La 57 enne di Loceri è la prima donna in assoluto a essere stata eletta presidente nazionale tra tutte le associazioni nazionali dei disabili della vista.

La neo presidente è nata a Dusseldorf da genitori immigrati originari di Loceri. Nella città tedesca trascorre i primi anni della sua vita per poi trasferirsi in Sardegna insieme alla mamma e alla sorella.

A causa della perdita della vista (a circa 14 anni) frequenta l’Istituto dei Ciechi Maurizio Falqui di Cagliari per poi laurearsi in Lingue e Letterature Straniere nella Facoltà degli Studi del capoluogo sardo.

Inizialmente lavora come insegnante di lingue per diversi istituti scolastici, successivamente si dedicherà all’insegnamento della letto-scrittura braille in vari istituti di formazione professionale.

Mamma in Sardegna

Collabora con enti pubblici e privati per rendere accessibili numerosi siti. È docente di numerosi seminari e laboratori didattici riguardanti il mondo della disabilità visiva.

Inizia la sua collaborazione con l’Anpvi sezione Provinciale di Cagliari nel 2001, nel 2015 diventa consigliera nazionale e nel 2018 viene nominata vicepresidente nazionale. Poi il grande traguardo dell’elezione alla presidenza nazionale dell’Anpvi.

L’Associazione Nazionale Privi della Vista e Ipovedenti Onlus (ANPVI), dal 13 febbraio 1981, per i ciechi, gli ipovedenti e i tutti i cittadini tutti che ne condividono le finalità, svolge attività di tutela, di rappresentanza e di promozione sociale in favore dei privi della vista e degli ipovedenti, curando pratiche assistenziali, previdenziali, di collocamento al lavoro, d’istruzione e di ricerca di nuovi sbocchi lavorativi.

In Sardegna le persone con disabilità visiva (dati INPS 2021) sono circa 3.112 (ciechi totali e parziali) su un totale di 108.856 persone a livello nazionale.

Monica Taula, tra le tante iniziative che ha progettato in favore dei disabili della vista, ne ha organizzato una unica nel suo genere e che è partita mercoledì scorso a Cagliari; si tratta  di un corso di surf per i non vedenti e i disabili della vista, che nasce dalla collaborazione proprio tra l’Anpvi e lo Ierfop, Istituto che si occupa di formazione professionale.

A guidare i partecipanti in questo viaggio sulla tavola da surf saranno gli insegnanti della Southcoast Surfschool: Michelangelo Rombi, istruttore federale e Diego Cadeddu, pluricampione sardo e istruttore federale. Le prossime lezioni si sono tenute al Lido di Cagliari, dalle 17.30 alle 19.30, nei giorni mercoledì 6, lunedì 11 e mercoledì 13. I prossimi appuntamenti sono previsti nelle giornate del 18, 20, 25, 27 e 28 luglio, sempre al Lido dalle 17.30 alle 19.30.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it