• 20 Settembre 2021
  •  

Nuovo arrivo nel Centro Recupero Animali Marini dell’Asinara

Una piccola Caretta Caretta di 7 kg è il nuovo ospite del Centro Recupero Animali Marini dell’Asinara. La tartaruga è stata rinvenuta nel Golfo dell’Asinara, all’interno del sacco da traino del peschereccio Albatross.

Prosegue l’azione del Parco Nazionale dell’Asinara e dell’Autorità Portuale di Porto Torres a favore della difesa della biodiversità e della tutela delle specie mediterranee in via di estinzione ed in particolare delle tartarughe marine. Proprio in questi giorni è stato salvato un piccolo esemplare di Caretta Caretta del peso di 7 kg rinvenuto nel Golfo dell’Asinara, all’interno del sacco da traino del peschereccio Albatross di Lorenzo Nieddu, che ha subito denunciato la cattura accidentale alla Capitaneria di Porto Torres.

L’animale è stato soccorso dal personale del Centro Recupero Animali Marini dell’Asinara, che ha raggiunto il peschereccio a circa tre miglia a nord dell’ingresso del porto commerciale.

La tartaruga, battezzata Pollicina, trasferita nel Centro di ospedalizzazione di La Reale, è stata visitata dal veterinario e sottoposta a un esame generale, che non ha evidenziato alcun trauma evidente. Al fine di scongiurare la presenza di acqua nei polmoni è stato poi eseguito un esame radiologico dove fortunatamente non è risultato nulla di preoccupante. L’esame ematologico è risultato nella norma, per cui si prevede una degenza tranquilla ed una prossima liberazione in mare aperto.

Dal 2005 sono stati trattati più di 100 esemplari di tartarughe marine, il 27% dei quali trovato in stato di galleggiamento a seguito di ingestione di materiale plastico, il 37% a seguito di intrappolamento nelle reti da pesca e ingestione di ami, il 24% a causa di traumi causati dalle eliche di imbarcazioni e il 12% arenato a causa di ipotermia.

Continua dunque la stretta collaborazione tra la Capitaneria di Porto di Porto Torres ed il Parco Nazionale Area Marina Protetta dell’Asinara nonché quella con i pescatori, uno dei punti di forza del progetto. Un lavoro di squadra che consente di monitorare costantemente l’ambiente marino e costiero di competenza, per tutti gli aspetti legati ad una corretta gestione del mare.