• 18 Settembre 2021
  •  

Olbia, strattona e minaccia una donna con un coltello: arrestato 29enne

Il giovane in evidente stato di alterazione psicofisica è stato bloccato dai Carabinieri anche con l’utilizzo dello spray al peperoncino.


I Carabinieri della Sezione Radiomobile del Reparto Territoriale di Olbia hanno arrestato un 29enne originario di Cagliari per atti persecutori e minacce aggravate nei confronti di una 50enne olbiese, sua conoscente.

Nella serata di giovedì i militari sono intervenuti in via Imperia a Olbia dove era stato segnalato un giovane mentre inveiva e sferrava calci contro un’autovettura in sosta occupata da donna. La quale – secondo la ricostruzione – è stata successivamente aggredita fisicamente dall’uomo, che l’ha afferrata al collo e strattonata. Dopo ha estratto dalla tasca un coltello a serramanico, continuando con le minacce e brandendo l’arma all’indirizzo della vittima.

Giunti tempestivamente sul posto, i Carabinieri hanno intercettato l’uomo che nel frattempo ha cercato di dileguarsi. Inseguito dai militari, ha tentato di estrarre il coltello dalla tasca dei pantaloni, ma è stato prontamente bloccato e disarmato, anche grazie all’uso dello spray al peperoncino che ha permesso di interromperne l’azione ed evitare l’aggravarsi della situazione. Il 29enne infatti versava in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta presumibilmente all’assunzione di sostanze stupefacenti e all’eccessiva assunzione di alcool.

Dalle successive indagini, sentiti anche i diversi testimoni presenti, è emerso come la malcapitata, che da qualche anno ospita nella sua abitazione il giovane disoccupato, già in passato era stata vittima di ripetute vessazioni, minacce e aggressioni, ma non aveva mai avuto il coraggio di sporgere denuncia.

Nel corso degli accertamenti, i Carabinieri hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro il coltello a serramanico utilizzato durante l’aggressione ed un altro coltello occultato nella tasca dei pantaloni, insieme ad una modica quantità di marjuana ed hashish. Al termine delle operazioni di rito, l’uomo è stato arrestato e, dopo la notte trascorsa in camera di sicurezza, trasferito al carcere di Sassari – Bancali a disposizione dell’Autorità giudiziaria della Procura della Repubblica di Tempio Pausania.