• 28 Gennaio 2022
  •  

Oristano: danneggia vaso in piazza Roma, denunciato 20enne di Marrubiu

ORISTANO. Un 20enne pregiudicato, residente a Marrubiu è stato denunciato per il reato di danneggiamento aggravato dopo aver infranto a calci, la notte del 12 ottobre scorso, un vaso in ceramica posto a decoro urbano in piazza Roma. Alle prime ore del mattino seguente un giardiniere in servizio per il comune ha contattato il 113 segnalando la rottura del manufatto in ceramica, opera creata dall’artista locale Margherita Pilloni.

A seguito della segnalazione, il lavoro congiunto effettuato dal personale della Questura di Oristano e dagli agenti della Polizia municipale, ha consentito di risalire all’autore del gesto, incastrato dall’impianto di videosorveglianza cittadino che lo ha immortalato, dapprima mentre si dirigeva verso la piazza e poi mentre dalla stessa si allontanava dolorante a causa del forte colpo inferto al vaso.

Acquisite le immagini, infatti, è stato più agevole arrivare alla compiuta identificazione del vandalo, grazie anche al lavoro dei poliziotti di quartiere che, conoscendo capillarmente il centro cittadino, hanno fornito un valido contributo alle indagini. Il successivo lavoro effettuato dalla Squadra Mobile in collaborazione con la Polizia Locale del Comune ha poi consentito il rintracciamento del ragazzo, già noto alle Forze dell’Ordine.  

La presenza delle numerose telecamere collocate in città è stata ancora una volta di basilare importanza per dare un nome al responsabile dell’ennesimo danneggiamento verificatosi nel centro di Oristano negli ultimi tempi.

«L’operazione congiunta della Questura e della Polizia locale sottolinea l’impegno delle istituzioni sul tema della sicurezza urbana – osserva il sindaco Andrea Lutzu –. Il Comune di Oristano in questi anni ha investito ingenti risorse sul sistema della videosorveglianza e i risultati confermano la bontà di una scelta voluta per tutelare i cittadini e proteggere i beni pubblici e privati. Il sistema di videosorveglianza sta dando eccellenti risultati, consente di compiere una efficace azione di prevenzione, ma anche, come in questo caso, di punire i responsabili di stupidi e gravi atti di vandalismo».