• 25 Settembre 2021
  •  

L’oschirese Giovanni Achenza vice il bronzo ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020

Straordinaria prestazione per Giovanni Achenza ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. A 50 anni il campione di Oschiri conquista infatti la medaglia di bronzo nel Paratriathlon, categoria PTWC, confermando il successo di Rio 2016. Il primo posto è andato all’olandese Jetze Plat, che bissa il successo di cinque anni fa, medaglia d’argento invece per l’austriaco Florian Brungraber. Con il podio di Achenza, il bottino dell’Italia del Paratriathlon sale a quota tre medaglie, una di argento e due di bronzo.

«È stata una gara bellissima! – ha detto Giovanni Achenza, subito dopo l’arrivo –. Sin dalla prima frazione, mi sentivo pronto. Ho disputato un ottimo nuoto in scia di Beveridge, un buon cambio e sono partito per la frazione di ciclismo. Anche in questa fase, mi sentivo decisamente bene, sono stato in testa diversi chilometri, l’olandese Plat è rientrato piuttosto tardi rispetto al solito e proprio questo aspetto mi ha fatto pensare che potesse essere davvero la giornata giusta. All’ingresso in T2, ho notato che Brungraber e l’olandese Schipper erano lontani: ammetto che in quel frangente ho sognato l’argento».

«A metà nella terza frazione, mi si è bagnato un guantino – conclude Achenza – non avevo il giusto grip per la spinta e ho perso il ritmo, ma all’ultimo giro, anche grazie al supporto e al tifo caloroso di tutto lo staff azzurro, mi sono ripreso, volando sin sul traguardo per cogliere una stupenda medaglia di bronzo».