• 16 Giugno 2021
  •  

Ozieri, a Sitera e Pili il “Memorial Angelo e Giuseppe Angotzi” di ciclismo

La premiazione dei vincitori – Memorial Angelo e Giuseppe Angotzi

Impeccabile l’organizzazione della Società Ciclistica Ozierese.


Con la vittoria di Sitera nella categoria Juniores e di Pili in quella Allievi è andata in archivio un’altra edizione del Memorial Angelo e Giuseppe Angotzi. Dietro di loro hanno tagliato il traguardo di Piazza Garibaldi Testa ed Arrighetti per gli juniores e Marco Salaris e Pierandrea Carta fra i cadetti. In questa categoria in evidenza anche i portacolori della Società organizzatrice Alessandro Prato e Paolo Cherchi, giunti rispettivamente quinto e sesto e, comunque, autori di una prova assolutamente gagliarda sino alla fine.

Perfettamente organizzata dalla Società Ciclistica Ozierese, con l’impeccabile regia del direttore di corsa Francesco Pala e l’attento controllo del giudice di gara Berto Crasta, la kermesse, che ha goduto del determinante contributo di Uccio Testoni e Sandro Porcu, si è disputata sull’impegnativo, nervoso e collaudato percorso di S’Arrennadu, che da Ozieri porta alla SP 1 e quindi alla strada Chilivani-Mores, per tornare, arrampicandosi lungo Punta ‘e Zamaglia, ad Ozieri, dove, nel centralissimo Orto del Conte era posto anche il traguardo.

Ceramiche Farina

Nei 21 Km che componevano il circuito, ripetuto tre volte, i ciclisti si sono impegnati per aggiudicarsi i prestigiosi trofei generosamente messi a disposizione dalla famiglia Angotzi e contestualmente mandare importanti segnali agli avversari in vista delle prossime gare, fra cui i campionati regionali di categoria, che a loro volta definiranno chi dovrà rappresentare l’Isola per i titoli tricolori.

Come anticipato, a dominare i ciclisti lombardi,ma anche i locali non hanno sfigurato e così la Famiglia Angotzi patrocinatrice dell’evento e la Società del presidente Piermario Tedde e dei tecnici Manca e Chighine, in attesa dei prossimi impegnativi appuntamenti, possono dirsi pienamente soddisfatti sia sotto il profilo organizzativo che di partecipazione e risultati complessivi. Molto ricca anche la dotazione di premi che hanno gratificato al meglio le fatiche dei concorrenti che, fra l’altro, sono stati confortati da una bellissima giornata di sole che stimolava la loro vis agonistica.

 Tutto si è svolto nel migliore dei modi e, nonostante il gran pubblico che si è affollato lungo i tratti più salienti del percorso, nel pieno rispetto delle regole che contrastano e/o prevengono la diffusione del COVID 19 che, fra gli altri effetti, ha determinato anche lo stop dello sport dilettantistico per oltre un anno.

Gli organizzatori, per il tramite di questo giornale, rivolgono un ringraziamento particolare alla famiglia Angotzi, e agli sponsor Vroom Auto, Korte pasticceria di Siligo e Fantasia Macchine Agricole, e danno a tutti l’appuntamento alla prossima edizione, che già sin d’ora si preannuncia di assoluto rilievo, visto che le intenzioni sono quelle di varare edizioni sempre più importanti del Memoriale, con la partecipazione di ciclisti del continente e, magari, con qualche titolo regionale in palio. Ben conoscendo “quelli” della Ciclistica Ozierese, ci riusciranno sicuramente: alla prossima, dunque!!

Raimondo Meledina