• 28 Luglio 2021
  •  

Ozieri, il cane Garibaldi sfrattato dalla “sua” piazza

Il cane Garibaldi sfrattato dalla “sua” piazza. Avviso pubblico del Sindaco per l’adozione.

OZIERI. Si chiama Garibaldi, ma non è l’eroe dei due mondi. È semplicemente un cane che “abita” nell’omonima piazza intitolata a quello che un tempo è stato, tra le tante cose, anche un deputato di Ozieri (1867). Garibaldi è l’amico a quattro zampe della “strada accanto”, diventato la mascotte di residenti e commercianti che lo hanno educato e accolto come uno di famiglia. Ora però rischia di finire inesorabilmente in un canile.

Una possibilità concreta dopo l’avviso pubblico del sindaco Marco Murgia che per «evitare il ricovero al canile convenzionato a norma delle vigenti leggi» invita i «cittadini e associazioni interessate a presentare istanza all’ufficio protocollo per l’adozione del cane denominato “Garibaldi” entro lunedì 29 marzo 2021, ore 12».

Dunque, se nessuno si farà avanti per l’adozione, Garibaldi dovrà dare addio alla sua piazza e a tutte quelle persone che a vario titolo si sono prese cura di lui.

Legge Regionale 18 maggio 1994, n. 21. Norme per la protezione degli animali e istituzione dell’anagrafe canina.

Ceramiche Farina