• 22 Gennaio 2022
  •  

Al via anche a Ozieri la campagna di tesseramento del Partito Democratico

È già partita anche a Ozieri la campagna di tesseramento del Partito Democratico per il 2021, con valenza anche per il 2022. «Quest’anno – spiegano dal Circolo cittadino – l’iscrizione acquista un valore ulteriore in quanto dal prossimo gennaio si darà avvio alla fase congressuale del Partito, che vedrà la convocazione dei Congressi Regionale, Provinciale e di Circolo. Questi appuntamenti – continuano – rappresenteranno l’occasione per il rinnovo completo delle relative cariche apicali e dei rispettivi organismi dirigenti del Partito nei suoi vari livelli organizzativi».

Chi fosse interessato, pertanto, potrà inviare una e-mail all’indirizzo pdozieri@tiscali.it o un messaggio attraverso le pagine Facebook e Instagram “Partito Democratico Ozieri”, oppure contattare direttamente i componenti della segreteria cittadina (Giuseppina Sanna, Gian Luigi Sotgia, Piero Galleu, Michele Calaresu, Simone Manca).

A Ozieri sarà possibile sottoscrivere l’adesione e ritirare la tessera nella sede del Circolo cittadino, in via Nazario Sauro 6. L’iscrizione ha valenza annuale e ha un costo di 15 euro (10 euro per studenti e disoccupati).

Auspicando un’ampia partecipazione, la segreteria di Ozieri fa sue le parole del Segretario Nazionale del Partito, Enrico Letta: «Non può esserci PD senza partecipazione. È proprio dalla partecipazione e dall’apertura che vogliamo ricostruire la nostra comunità, perché il PD o è partito di popolo o non è. Con le idee, i valori e l’identità che ci legano dobbiamo parlare al Paese, portando avanti le nostre proposte anzitutto su lavoro e impresa, istruzione e sostenibilità, diritti sociali e diritti civili. Lo possiamo fare con creatività, competenza e passione. Anima e cacciavite per ricostruire un’Italia più sostenibile, più inclusiva, più giusta. È una battaglia che spetta a noi, perché nessun altro la combatterà al nostro posto.

Il tesseramento di quest’anno deve essere un momento per ricucire i rapporti che abbiamo lasciato sfilacciare, non soltanto al nostro interno, ma anche con la società. Solo aprendoci e accogliendo finalmente le energie di quanti condividono i nostri valori e vogliono impegnarsi con noi, costruiremo il partito dell’intelligenza collettiva e contribuiremo a risollevare l’Italia nel difficile passaggio d’epoca che stiamo vivendo. Abbiamo un’occasione che mai è capitata e che forse mai ricapiterà alle nostre generazioni. È una chiamata alla responsabilità che investe tutti noi. Dobbiamo esserne all’altezza. Dobbiamo esserci, insieme. “Con occhi nuovi”».