• 15 Maggio 2021
  •  

Recovery Plan, Gianfranco Ganau (PD): «Dalla Giunta regionale nessuna risposta»

capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau,

Il capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau, sollecita la Giunta guidata da Solinas affinché si apra una discussione con le opposizioni e le parti sociali sull’utilizzo delle risorse che dovrebbe servire a far ripartire la Sardegna dopo la pandemia da Coronavirus.

«Ma è mai possibile che su una partita strategica come quella dell’utilizzo dei fondi del Recovery Plan il presidente Solinas e la sua Giunta intendano procedere in piena autonomia senza alcuna condivisione con il Consiglio Regionale e con le parti sociali?

È mai possibile che decidano di presentare ben 250 progetti al Governo senza nessun apparente criterio di priorità e senza che questi siano noti al Consiglio e all’intera Regione ?

È mai possibile che a distanza di nove mesi dalla prima sollecitazione (con una mozione) di una discussione ampia sull’utilizzo delle risorse del Recovery Plan, ad oggi non ci sia stata nessuna forma di comunicazione?»

Queste le domande che si pone Gianfranco Ganau, capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Regionale, critico sul silenzio della Giunta guidata dal presidente Solinas su questa importante misura che dovrebbe servire a far ripartire la Sardegna dopo la pandemia da Coronavirus.

Studio legale Niedda Masala

«Abbiamo più volte dichiarato – continua Ganau – che si tratta di una partita che riguarda il futuro della Regione con la possibilità di utilizzare le risorse per risolvere i problemi che condannano la nostra isola ad un ritardo e a una scarsa competitività con le altre regioni italiane ed europee, che deve vedere il contributo di tutti e la più ampia condivisione. Continuiamo a non ricevere risposte».

Ganau ricorda inoltre che «i termini previsti per l’approvazione dei piani nazionali da parte della Commissione Europea sono fissati per il mese di aprile». Per questo «siamo clamorosamente in ritardo per individuare e condividere quelle proposte con carattere strategico da sostenere».

Il capogruppo PD sottolinea anche che «gli otto miliardi di euro previsti per la Sardegna sono solo teorici e sono legati alla corrispondenza dei progetti proposti, alle linee guida del Recovery».

Alla luce di questa situazione «possiamo solo sperare – aggiunge – in un’inversione di tendenza che consenta una valutazione e condivisione degli interventi da proporre».

«In caso contrario – conclude Gianfranco Ganau – la responsabilità per un fallimento sarà tutta in capo al presidente Solinas, alla sua Giunta e alla sua maggioranza, ma purtroppo il danno sarà ancora una volta per tutta l’isola».