• 11 Agosto 2022
  •  

Sarroch, operazione antibracconaggio nel parco di Gutturu Mannu: denunciate 2 persone

Armi sequestrate scaled
Sequestrate dal Corpo Forestale armi artigianali, munizioni e selvaggina.

Operazione antibracconaggio la scorsa notte degli uomini della Stazione Forestale di Pula nel parco regionale di Gutturu Mannu, in territorio di Sarroch (Cagliari).

Due uomini, S.G. di 63 anni e M.G. di 82, entrambi di Sarroch e già noti alle forze dell’ordine, sono stati denunciati a piede libero per porto e detenzione di armi clandestine oltre che per illecita cattura di selvaggina.

I due sono stati intercettati dai Forestali nel parco mentre stavano per iniziare una battuta di caccia. All’intimazione dell’alt, entrambi si sono dati alla fuga. Uno è stato subito fermato e sequestrato un fucile perfettamente funzionante, ma senza alcun segno identificativo. Il secondo, invece, ha fatto perdere le tracce liberandosi dell’arma che però è stata recuperata dal personale del Corpo Forestale insieme a un involucro contenente munizioni. Dalle verifiche tecniche le armi, anche se del tutto simili ai normali fucili da caccia in commercio, sono risultate essere clandestine in quanto costruite artigianalmente. 

A seguito della perquisizione delle rispettive abitazioni, gli inquirenti hanno inoltre scoperto, in un congelatore, della carne di cinghiale e acquisito le prove della sua illecita provenienza. Il tutto – armi, munizioni e selvaggina –, è stato sottoposto a sequestro e i due presunti bracconieri ora rischiano per i reati commessi una pena sino a 12 anni di reclusione.

L’operazione si inquadra nella attività del Corpo Forestale nelle aree dei parchi, a tutela della legalità e della biodiversità.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Mamma in Sardegna