• 21 Giugno 2021
  •  

Sinnai, identificato e denunciato un 24enne per l’aggressione di un autista Arst

A carico del giovane si ipotizza il reato di interruzione di pubblico servizio, tentato furto, danneggiamento, violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e omissione di soccorso.


SINNAI. È stata identificata e denunciata dai Carabinieri la persona che il 27 aprile scorso in via Roma a Sinnai ha aggredito un autista di autobus di linea dell’Azienda Regionale Sarda Trasporti (ARST). Si tratta di un ragazzo di 24 anni residente nella cittadina, disoccupato con precedenti denunce a carico e noto alle forze dell’ordine per vicende pregresse.

Il provvedimento è stato disposto a seguito di un’attenta visione e analisi dei filmati acquisiti dalle videocamere installate sul mezzo pubblico, dalle quali è stato possibile raccogliere nei riguardi della persona denunciata inequivocabili elementi di colpevolezza. Nei confronti del 24enne si ipotizza quindi il reato di interruzione di pubblico servizio, tentato furto, danneggiamento, violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e omissione di soccorso.

Quella mattina sull’autobus l’obliteratrice era in “panne” e il conducente controllava a vista i biglietti dei passeggeri man mano che questi salivano a bordo. Il giovane, accompagnato dalla ragazza, aveva esibito un biglietto per due corse con due timbri, ma del tutto utilizzato. Notata l’irregolarità l’autista ha chiesto ai due di scendere dal mezzo, senza però sortire alcun risultato. Poi, vista l’irascibilità del 24enne, il conducente è stato costretto a chiamare i Carabinieri al 112.

Il ragazzo a quel punto gli ha strappato il telefonino di mano e si è dato alla fuga. Raggiunto dopo pochi metri, ha gettato per terra lo smartphone, frantumandolo. Il dipendente dell’ARST mentre si inchinava per raccoglierlo è stato raggiunto da un pugno al volto scagliato dal giovane, che gli ha spaccato gli occhiali e arrecato un feriva all’arcata sopraccigliare sinistra.

Un brutto evento che ha avuto però, grazie alle indagini dei Carabinieri, un’immediata risposta. Il denunciato ha collezionato una serie di reati del tutto sproporzionata rispetto all’obiettivo di scroccare una corsa su un autobus di linea e rischia ora una pesante condanna.