• 28 Maggio 2022
  •  

Successo a Ittireddu per la prima mostra dell’asino sardo

Mostra Asini Ittireddu

ITTIREDDU. Decisa poco più di un mese fa, dunque si può dire quasi improvvisata, la prima Mostra dell’asino sardo tenutasi a Ittireddu il 9-10 aprile, ha ottenuto un lusinghiero successo. L’Amministrazione comunale ha saputo cogliere l’idea prospettata dalla locale Associazione ippica, sviluppandola e coinvolgendo Enti ed Associazioni del settore come l’Agris, l’Associazione regionale allevatori e l’Associazione per la tutela delle razze equine ed asinine oltre alla Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Sassari.

La manifestazione ha debuttato con il Convegno su “L’asino sardo: prospettive di valorizzazione e salvaguardia”, tenutosi nella Biblioteca comunale, molto interessante che ha presentato diverse relazioni ed interventi che hanno spaziato dalla cultura e le testimonianze archeologiche, alla regolamentazione tesa a certificare l’origine e le genealogie, la mappatura del DNA e l’approvazione dei riproduttori, al benessere dell’asino, all’utilizzazione dello stesso come mezzo terapeutico, all’importante produzione e raccolta del latte d’asina richiesto sia in farmacologia che in cosmetica.

Ittireddu mostra Asino Sardo

È emerso un universo sconosciuto al grande pubblico che, attorno all’allevamento e alla salvaguardia di questo antichissimo compagno dell’uomo, può dare opportunità di attivazione di iniziative e imprese sostenibili che vanno dall’agriturismo alle escursioni someggiate, alla semplice utilizzazione come animale da compagnia, alla produzione su vasta scala del richiestissimo latte d’asina, all’impiego nell’onoterapia. Un settore di nicchia che è suscettibile di sviluppo a supporto di nuove attività produttive e lavorative.

La mostra si è svolta nel campo sportivo Sos Helighes, da qualche anno trasformato in galoppatoio, che ha offerto ampi spazi sia agli espositori di macchine agricole, chioschi vari ma, soprattutto, ai recinti nei quali sono stati esposti i soggetti presentati da vari allevatori. Una competente Giuria di esperti ha valutato i soggetti in concorso sulla base del modello, della genealogia, della tipicità ecc. e ha premiato l’asinella Chilivani come miglior esemplare della razza, allevata da Antonio Canu e Sotero Satta. Hanno ottenuto riconoscimenti anche gli allevatori Antonio Mazza e Giov. Antonio Pilo che sono particolarmente attivi nelle iniziative di valorizzazione e salvaguardia dell’asino sardo.

La generale soddisfazione da parte degli organizzatori e degli esperti e il gradimento e la partecipazione riscossi presso il pubblico fanno prevedere, sin d’ora, una ripetizione della manifestazione nel prossimo anno con maggior consapevolezza e convinzione per farla diventare un appuntamento fisso nel panorama delle mostre e Fiere del settore agricolo. Una scommessa ed una sfida che l’Amministrazione comunale e gli Enti ed Associazioni interessate faranno di tutto per onorare.

Diego Satta

Ottica Muscas