• 23 Settembre 2021
  •  

Forestas: al via i cantieri ad Alà dei Sardi, Bono, Bottidda e Monti

Bosco

Novità per 106 lavoratori trimestrali Forestas dopo il superamento delle principali criticità operative che hanno impedito all’Agenzia e ai Comuni di concordare le proposte progettuali, sarà ora possibile il loro impiego per il riavvio dei cantieri nei territori di demanio forestale.

CAGLIARI. È stata approvata la delibera dalla Giunta regionale che prevede le modifiche e integrazioni alle direttive di attuazione di un progetto di ripristino straordinario del territorio gestito all’interno dei comuni di Alà dei Sardi, Bono, Bottidda e Monti.

«Importanti novità per i lavoratori trimestrali dell’Agenzia Forestas che, grazie al superamento delle principali criticità operative che hanno impedito all’Agenzia e ai Comuni di concordare le proposte progettuali, sarà ora possibile il loro impiego per il riavvio dei cantieri nei territori di demanio forestale».

Così assessore regionale del Lavoro, Alessandra Zedda, in merito alla conclusione positiva delle assunzioni relative a 106 lavoratrici e lavoratori che verranno impiegati nei Comuni interessati.

Il progetto dovrà contemplare attività di ripristino una tantum della rete viaria forestale presente all’interno dei territori predetti, di manutenzione straordinaria della rete fluviale, del ripristino forestale dei danni derivanti da nevicate e da altri fenomeni metereologici avversi, e avrà una durata di tre mesi, con l’impiego, con contratto a tempo determinato e orario pieno, dell’intera forza lavoro annuale precedentemente utilizzata a tempo determinato trimestrale.

Nello specifico, i quattro Comuni interessati fruiranno di un contributo regionale – a valere sulle risorse già stanziate dalla L.R. n. 22/2020 – pari a 1 milione e 300 mila euro, il cui riparto avverrà proporzionalmente sulla base del numero dei lavoratori e delle lavoratrici assegnati/e, secondo i seguenti importi: Comune di Alà dei Sardi n. lavoratori/trici 47, euro 576.415,05, Comune Bono n. lavoratori/trici 24, euro 294.339,60, Comune di Bottida n. lavoratori/trici 13, euro 159.433,95, Comune di Monti n. lavoratori/trici 22, euro 269.811,40 per un totale di lavoratori/trici n. 106.

I Comuni dovranno presentare un progetto corredato da una scheda finanziaria, entro il 31 dicembre 2020, predisposta sulla base dell’importo sopra indicato, che dovrà prevedere per tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici interessati/e la salvaguardia del trattamento economico precedente, al fine di garantire uniformità nelle modalità di contrattualizzazione dei lavoratori mediante l’applicazione del contratto di riferimento.

«Ci impegneremo – conclude l’esponente della Giunta Solinas – a provvedere allo stanziamento di ulteriori risorse per la prossima annualità, qualora vi sia la necessità di prevedere per i lavoratori e le lavoratrici che verranno assunti nel cantiere attivato dall’Agenzia Forestas e che, nel corso del 2021, andranno a completare il periodo massimo di 24 mesi di contrattualizzazione, la possibilità di transitare nei cantieri di titolarità comunale».