• 30 Gennaio 2023
  •  

I vini della Cantina del Vermentino di Monti protagonisti a Sassari al “(to) be in Jazz”

Cantina del Vermentino to be in jazz

MONTI. Cantina del Vermentino, Museo del vino di Berchidda, Comuni di Monti e Berchidda, Associazione Strada del Vermentino di Gallura Docg, insieme a diversi partner pubblici e privati hanno promosso con il contributo e il patrocinio del Comune di Sassari, Regione Autonoma della Sardegna, Ministero della Cultura, Fondazione di Sardegna, Sardegna turismo ed Ersu, la 21esima edizione del festival “(to) be in Jazz – I concerti aperitivo“ in svolgimento al teatro Verdi di Sassari.

La rassegna, iniziata il 4 dicembre, verrà archiviata con i due concerti dedicati a “Natale in Swing previsti per venerdì 23 dicembre (ore 20.30) e sabato 24 dicembre (ore 11.00). Nel primo appuntamento si esibirà il Coro della Polifonica Santa Cecilia diretto da Matteo Taras e la voce solista di Denise Gueye, nel secondo l’Orchestra Jazz della Sardegna Laboratory sotto la direzione di Gavino Mele.

Al termine del concerto del 24 dicembre, in collaborazione con Coldiretti, Campagna Amica, Ue.Coop e Strada del Vermentino di Gallura, saranno presentati i vini della Cantina del Vermentino di Monti accompagnati dagli assaggi della cucina del ristorante della Tenuta Li Lioni.

Pubblicità Logudorolive 2

Per la Cantina del Vermentino di Monti la manifestazione rappresenta un’ulteriore opportunità per raccontare la storia di uomini e della terra di quest’angolo incantato di Sardegna. La nascita della cooperativa avvenne il 31 luglio 1956 per volontà di 22 lungimiranti viticoltori. Oggi annovera circa 350 soci e una superficie vitata di 500 ettari, distribuiti fra la marina e la collina, nei territori di Monti, Telti, Olbia, Loiri Porto San Paolo, che permettono di produrre uve selezionate e immettere sui mercati nazionali ed internazionali i suoi rinomati vini di alto pregio che hanno ottenuto riconoscimenti in tutti i concorsi enologici del mondo. Tra questi ricordiamo i Vermentino Docg Arakena, Funtanaliras, Aghiloia, Balari, S’Eleme, i rossi Galana, Kiri, Tamara, Abbaia, l’ultimo nato Ruè e gli spumanti Vigne del portale.

Andata in archivio la vendemmia con ottimi risultati, sia qualitativi che quantitativi, dopo alcune annate poco felici, ora i soci viticoltori della Cantina si godono il frutto dei tanti sacrifici, dopo mesi di duro lavoro. Nei giorni scorsi hanno ricevuto, dal Consiglio di amministrazione, l’anticipo per le uve versate, che fa tirate un sospiro di sollievo e trascorrere serenamente le festività natalizie.

Giuseppe Mattioli

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it