• 21 Aprile 2024
  •  

“Visioni Sarde”: il cinema di qualità torna a Ozieri

Museo Archeologico Antico convento Clarisse
L’appuntamento è per venerdì 1° settembre, alle ore 21, nel piazzale del Museo archeologico “Alle Clarisse”.

OZIERI. Anche quest’anno Ozieri conferma il suo impegno nel proporre il cinema di qualità. La serata del 1° settembre sarà infatti dedicata all’evento cinematografico Visioni Sarde, che sarà possibile seguire a partire dalle 21.00 nella suggestiva cornice del piazzale antistante il Museo archeologico “Alle Clarisse”.

La rassegna, promossa dalla Cineteca di Bologna e da Sardegna Film Commission con la collaborazione del circolo “A. Gramsci” di Torino e dell’associazione bolognese “Visioni da Ichnussa”, propone una selezione di cortometraggi sardi, che raccontano la Sardegna da diverse prospettive.

Visioni Sarde si è ormai ritagliata un posto importante nel panorama dei concorsi nazionali grazie alla qualità delle produzioni cinematografiche realizzate nell’isola. Il cinema sardo non è solo folklore, pecore e nuraghi. I film dei registi sardi di oggi si caratterizzano infatti per un ampio spettro tematico e per il linguaggio capace di far conoscere la nostra realtà oltre il mare e oltre i facili stereotipi. I sette cortometraggi proposti sono diversissimi per genere, stile e soggetto, spesso a cavallo tra realtà e finzione. Sono storie che emozionano e coinvolgono, affrontando temi di stringente attualità per la nostra isola e, insieme, di interesse universale.

L’appuntamento rappresenta dunque un’opportunità da non perdere per contemplare opere che raramente trovano spazio nelle reti tradizionali del cinema. Attraverso il medium cinematografico, si avrà occasione di esplorare le varie sfaccettature della cultura sarda: una mescolanza di tradizione e modernità, paesaggi che spaziano tra l’urbano e il rurale, e un intreccio tra fantasia e realtà. Un innumerevole ventaglio di elementi e contrasti che si trasformano in narrazioni, divenendo così strumenti di comprensione del nostro mondo contemporaneo.

Pubblicita Becugna 3

«L’Amministrazione comunale – afferma l’assessore alla Cultura Alessandro Tedde – crede fortemente in questa iniziativa che avvicina sempre di più gli ozieresi alla cultura, alla voglia di essere parte integrante di questo progetto. Proiezioni di film di qualità, ma allo stesso tempo momento di svago e divertimento. Un’occasione di incontro e di aggregazione e modo per confrontarsi e riflettere sui temi proposti dai film».

Le proiezioni saranno intervallate da un aperitivo. Il contributo di partecipazione è di 5 euro. Per informazioni e prenotazioni (entro il 29 agosto) chiamare lo 079 7851052.

I cortometraggi in programma:

– 12 APRILE di Antonello Deidda. Un affascinante viaggio nel futuro dal 1970 al 2020. Dallo scudetto del Cagliari al lockdown della pandemia;

– FRADI MIU di Simone Contu. Antonio è un pastore che ha finalmente la possibilità di vendicare il fratello, ucciso anni prima davanti ai suoi occhi;

– LA VENERE DI MILIS di Giorgia Puliga. Il ritrovamento di un’antica statua costringerà un agricoltore a fare i conti con le donne del passato e del presente;

– “MAMMARRANCA di Francesco Piras. Nella periferia di Cagliari due bambini trovano in modo rocambolesco un biglietto di un gioco a premi;

– SANTAMARIA di Andrea Deidda. Negli anni d’oro della boxe, un giovane si prepara al primo incontro della sua carriera;

– “SENZA TE – WITHOUT YOU” di Sergio Falchi. Una piccola storia sulla solitudine e l’amore in tempi di Covid;

– UNA SPLENDIDA FELICITÀ di Simeone Latini. Eleonora ha sedici anni ed è terrorizzata da ciò che la circonda. Troverà forza nella poesia e nelle parole della nonna.

Visioni sarde a Ozieri

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.