• 2 Luglio 2022
  •  

I volontari per un Mondo Libero dalla Droga a Cagliari, Serramanna, Olbia e La Maddalena

Vilontari Liberi dalla droga
Continua l’attività informativa della Fondazione nelle città della Sardegna.

Quando si pensa a quanto sia diffuso il consumo di droga ci si ritrova di fronte a un problema di dimensioni enormi. Per questo motivo, nelle giornate di lunedì 28, martedì 29 e mercoledì 30 marzo, i volontari di “Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga” si sono dati appuntamento in varie città della Sardegna per portare avanti le attività di prevenzione.

Sono state “bersaglio” dei volontari le città di Cagliari, Serramanna, Olbia e La Maddalena, dove sono state contattate centinaia persone. «Ciò che riscontriamo – hanno ammesso i volontari – è che le persone sono stufe di vedere amici, parenti o semplici conoscenti sprecare la propria vita per un vizio detestabile come il consumo degli stupefacenti. Allo stesso tempo vedono il mondo della droga come un potere troppo forte da affrontare, e contro il quale non possono farci nulla, ancor più perché non hanno i mezzi per creare le corrette informazioni da far circolare».

In una delle città visitate i volontari hanno consegnato i libretti perfino a una persona che, “si dice in paese”, sia molto molto vicina a uno spacciatore che ha un suo bel giro. Il momento è stato adrenalinico, tant’è che diverse persone nel vedere la scena si sono defilate. Tuttavia la filosofia dei volontari rimane quella di informare senza alcuna discriminazione e quindi non hanno guardato dall’alto in basso chi avevano di fronte, hanno approcciato con umanità.

“L’arma più efficace contro la droga è l’istruzione” disse L. Ron Hubbard, ecco perché i volontari erano sicuri di non offendere nessuno con il loro proposito, ossia quello di ricordare anche a questa persona quali siano gli effetti nefasti a cui vanno incontro i consumatori. Può sembrare utopico voler vedere una volta per tutte cessare il consumo di stupefacenti, ma d’altra parte il miglioramento sociale passa per una società libera dalla droga.

Mamma in Sardegna