• 18 Aprile 2021
  •  
Logudorolive

A Carusillo, Concu, Cicu e Deidda il VI Torneo di Tennis Città di Ozieri

Luca Carusillo, Alessandro Concu, Carolina Cicu e Aurora Deidda si aggiudicano il VI Torneo di Tennis Città di Ozieri, organizzato come sempre in modo impeccabile dal locale Tennis Club e che ha visto la partecipazione di ben 90 “racchette” provenienti da diverse località dell’Isola.

OZIERI. Porte chiuse e atmosfera sommessa, un po’ di tristezza, ma grande spettacolo ed elevati contenuti tecnici, domenica scorsa, nel corso delle finali di chiusura della 6^ edizione del Torneo Città di Ozieri di tennis, svoltosi dal 18 ottobre al 1° novembre presso i campi del Tennis Club Ozieri in località Puppuruju.

Un’edizione fortemente condizionata dall’emergenza Covid, con protocolli rigidi, numero forzatamente limitato di partecipanti, ed obbligo di porte chiuse per l’ultima settimana di torneo, a seguito delle disposizioni emanate nell’ultimo DPCM, ma, nonostante tutto, sono stati 90 i partecipanti, numero, questo, imposto dal regolamento e dai limiti della struttura gestita dal locale ed attivo Tennis Club, ma pur sempre un contingente importante di iscritti che, in assenza di una problematica seria come quella che stiamo vivendo, sarebbe stato largamente superato.

Aurora Deidda

Anche il tabellone – sorteggiato dai Giudici Gabriele Faggiani Antonio Puzzi – si è confermato come sempre di ottima qualità ed alla fine degli incontri, tutti di assoluto livello, nella categoria 3 uomini, vittoria del giovane campione in carica Alessandro Concu del T.C. Alghero (classificato 3.1), che si è imposto in una finale a senso unico (6/1 6/0 il risultato dell’incontro) sul compagno di Circolo Niccolò Serra (classifica 3.3), a sua volta vittorioso a sorpresa in semifinale sul sempre valido e combattivo 3.2 Alessandro Albano del T.C. Macomer.

Carolina Cicu

Pronostico confermato anche nel torneo femminile, dove la giovane Carolina Cicu della Torres Tennis di Sassari (classifica 3.2) si è imposta al match tie break finale su Anastasia Ogno, 3.3 del T.C. Alghero, in una gara tiratissima e molto emozionante, che avrebbe meritato una ben più importante cornice di pubblico e che ha registrato un punteggio finale di 6/2 4/6 10/7. 

Le buone notizie per il Club cittadino arrivano invece nella quarta categoria, dove, nel torneo maschile categoria 4, si è registrata la vittoria del redivivo portacolori locale Luca Carusillo (4.4) che ha avuto la meglio sul 4.2 Fulvio Dattena del Circolo Milano 26 di Sassari, mentre in quello femminile la solidissima tennista locale Mariapina Langiu (4.1) ha ceduto di poco, e solo al match tie break, alla giovane 4.2 Aurora Deidda anche lei del Circolo Milano 26 di Sassari con il punteggio finale di 4/6 7/6 10/8.

Alessandro Concu, primo classificato nella categoria 3 uomini

Giocoforza, nessuna festa di chiusura, questa volta, ma come al solito molto fair-play e tanta attenzione all’uso di mascherine, gel sanificanti e distanziamento sociale. Il Presidente del Club, Giuseppe Bellu, ha comunque espresso grande soddisfazione per numeri e qualità del torneo, che, fra le altre cose, hanno confermato le capacità organizzative del sodalizio da lui diretto. «Essere riusciti a portare a termine il torneo in questo contesto è già una grande vittoria, soprattutto per averlo fatto senza inconvenienti che erano francamente dietro l’angolo. La nostra macchina organizzativa, fatta di tanti soci che contribuiscono al suo funzionamento, è ormai rodata per affrontare anche situazioni così complesse. Mi spiace solo che quest’anno il contesto particolare non ci abbia consentito di portare avanti le nostre consuete iniziative, ma sono fiducioso che in futuro potremo rifarci, anche con gli investimenti che finalmente paiono poter arrivare sulla struttura. Ho letto e sentito, con un certo stupore, le polemiche comparse sui social relativamente al finanziamento che ci riguarda dal momento che sui campi da tennis non si spendono soldi pubblici da 40 anni e, soprattutto, che ogni investimento dedicato allo sport ha delle ricadute sociali e di salute pubblica abbastanza evidenti che non dovrebbero mai essere sottovalutate. Soprattutto in tempi di emergenza sanitaria, questo piccolo contributo dovrebbe anzi essere visto di buon occhio, anche in relazione al fatto che il tennis è certamente uno dei pochi sport che potranno essere praticati a livello amatoriale con rischi bassissimi».

Aggiungiamo noi, che qualsiasi finanziamento che verrà destinato al Tennis Club Ozieri, in considerazione del grande lavoro e dispendio di energie di ogni tipo, non ultime quelle economiche, finora profusi, e dei risultati (non solo sportivi ma anche sociali) che il sodalizio sta ottenendo, rappresentando al meglio la nostra città ed il suo territorio, sarà ampiamente meritato. 

Raimondo Meledina

Nella foto di copertina: Luca Carusillo, primo classificato nella categoria 4 uomini, fra la tennista di casa Sara Sabattino e il del Tennis Club Ozieri Giuseppe Bellu