• 4 Dicembre 2021
  •  

Sabato a Oschiri va in scena la 2^ edizione di “Ugoletta d’oro 2021”

L’appuntamento, saggio finale della scuola “Tradizioni popolari sarde”, è fissato per le ore 20:30 nel Centro “Giovanna Sanna”.


OSCHIRI.  Fra gli infiniti itinerari, che l’indomita pandemia del Coronavirus ancora ci costringe a seguire, non riesce ad impedire, comunque, di percorrere quelli legati alle secolari tradizioni e al folclore sardo che meritano la nostra attenzione. Esplorare, rinverdire e riproporre il patrimonio culturale isolano, nelle sue differenti espressioni artistiche, significa non perdere l’essenza vera della nostra terra che, nemmeno la pandemia frena, grazie all’entusiasmo, la passione e le competenze di molte persone e sodalizi.

Un esempio, in questa direzione, ci viene proposto dall’Associazione culturale “Ammentos”, presieduta da Mario Zamburru che in collaborazione con la Fondazione “Giovanna Sanna”, guidata da Tiziana Sanna, hanno organizzato, con il contributo dell’Amministrazione comunale di Oschiri e il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Regione Autonoma della Sardegna (Legge 64 art. 8), la 2^ edizione “Ugoletta D’Oro 2021”, in programma sabato 10 luglio a Oschiri presso il Centro Giovanna Sanna, in via Monsignor Bua.

L’interessante appuntamento, è il saggio finale della scuola “Tradizioni popolari sarde”, nel corso del quale si esibiranno diversi artisti e gli allievi di alcune scuole del territorio. La serata si aprirà alle ore 20,30 con l’organettista Peppe Perinu e il fisarmonicista Giannuario Sannia. Seguirà, poi, l’esibizione delle allieve della Scuola “Associazione Ammentos” dirette dalla insegnante Franca Pinna. Dopo il ballo, sul palco saliranno gli allievi delle scuole di Pattada e Usini, delle associazioni “Cantadores a chiterra” degli insegnanti Nino Manca e Marco Manca e “Boghes de Logudoro” dell’insegnante Tino Bazzoni. Una serata davvero speciale con un ospite straordinario, fiore all’occhiello della manifestazione, il “cantadore” ultra centenario Nanni Pinna!

Gli organizzatori ricordano ai partecipanti, in virtù del momento che stiamo attraversando, l’uso obbligatorio delle mascherine all’interno del locale.

Giuseppe Mattioli

Ottica Muscas