• 29 Novembre 2021
  •  

Alà dei Sardi, bandito dalla Pro Loco il concorso per studenti “Conta-nos de su Covid19”

Potranno partecipare studenti delle scuole medie del paese e tutti i giovani nati dal 1° gennaio del 2004 al
31 dicembre del 2010. Lo scritto dovrà essere composto in lingua sarda e trattare il tema dell’epidemia di Coronavirus.

L’associazione turistica Pro Loco di Alà dei Sardi, in collaborazione con il Comune, ha indetto un bando di concorso aperto agli studenti delle scuole medie del paese e a tutti i giovani nati dal 1° gennaio del 2004 al
31 dicembre del 2010
(anche non residenti ad Alà, purché figli di almeno un genitore alaese), che dovranno presentare uno scritto in lingua sarda sul tema riguardante l’epidemia di Covid-19. Le opere, completate con le generalità dell’autore e un recapito telefonico, dovranno essere presentate in busta chiusa, entro il 31 gennaio del 2022, all’Ufficio protocollo del municipio di Alà dei Sardi.

I cinque temi più belli, a giudizio di una giuria composta da esperti di lingua locale, verranno premiati con un tablet 10”. Un riconoscimento verrà ugualmente donato dalla Pro Loco a tutti gli altri partecipanti. Lo scritto, composto con il sardo più corretto, otterrà invece i 250 euro del Premio in memoria di Pasquale Ghisu, cittadino alaese deceduto a causa del Coronavirus.

La Pro Loco, inoltre, mette a disposizione tre esperti per aiutare all’occorrenza i partecipanti nella stesura del tema in lingua sarda, in modo tale che essa, pur rispettando il lessico locale, si avvicini il più possibile alle regole sperimentali adottate dalla Regione Autonoma della Sardegna (Limba Sarda Comuna).

Bandu de concursu pro iscolanos e giòvanos alaesos CONTA-NOS DE SU COVID-19.

Sa Pro Loco de Alà, chin s’ajudu de su Comunu de Alà, aprontat su bandu de concursu “Conta-nos de su Covid19”, abbertu a iscolanos de s’iscola media de Alà e a sos giòvanos alaesos, nàschidos dae su 1 de giannarzu 2004 a su 31 de nadale de su 2010, abitantes in Alà in die de publicatzione de custu bandu, o fizos de babbu e/o mama alaesos, mancari abitantes in ater’ue. Chie cheret concùrrere, devet cumpònnere unu tema in contu de sa pesta Covid19. Si podet iscriere contos, pensamentos, timòrias, sentidos, cale si siat arrèjonu chi siet cullegadu a su chi amus subìschidu in custos duos annos de anneos.

Sos temas devent éssere iscritos in limba sarda, a sa manera alaesa, sighende però pius chi si podet sas regulas de iscriedura isperimentale de sa Regione Autònoma de Sardigna (LSC). Sas óperas, iscritas a computer, e cumpletadas chin nùmene, sambenadu e nùmeru telefonicu de s’autore (balet finas su nùmeru de su babbu o de sa mama), devent éssere postas in una busta de lìtera tancada e giutas a s’ofisciu de protocollatzione de su Comunu de Alà, intro de su 31 giannarzu 2022. A totus sos concurrentes sa Pro loco at a fàghere unu donu.

A sos chimbe temas pius bellos – a ischìrriu de una giuria de persones amantiosas de sa limba sarda seberadas dae sa Pro loco – at a andare in donu unu tablet 10″. Su tema iscritu menzus at a bìnchere sos 250,00 euros de su “Prèmiu in ammentu de Pascale Ghisu”, cumbidadu dae sa Pro loco de Alà e dae sos familiares de tiu Pascale Ghisu, bènnidu a mancare pròpiu pro sa maladia Covid19.

Pro ajuare in s’iscriedura de sos temas, sunt a dispostu de sos concurrentes Salvatore “Bobo” Mette (tel. 349 6339639), Piera Pigozzi (tel. 349 8402664) e Roberto Mette (tel. 0789 1964113), chi podent èssere giamados pro mezorare s’impitu iscritu de sa limba sarda. Totus sos temas ant a èssere ogetu de unu libreddu chi at a publicare sa Pro loco alaesa s’annu chi benit.

Ottica Muscas