• 28 Giugno 2022
  •  

Amministrative, Italexit e Popolo della Famiglia in campo a Oristano e Selargius

Filippo Murgia e Manuela Chia
I due partiti sosterranno le liste civiche “identità e Tradizione” e i candidati sindaco Filippo Murgia e Manuela Chia.

Ad Oristano e Selargius, Italexit Per L’Italia di Gianluigi Paragone e il Popolo della Famiglia di Mario Adinolfi sosterranno le liste civiche “Identità e Tradizione”.
Per la corsa al Palazzo degli Scolopi con la candidatura alla carica di sindaco dell’artista oristanese Filippo Murgia, attraverso una nota il coordinatore regionale Marcello Argiolas e il vice Agostino Marcias fanno sapere che all’interno della lista civica di Oristano, Italexit avrà come capolista il coordinatore provinciale per l’oristanese Jonata Cancedda più altre sei figure iscritte al partito.

Anche il Popolo della Famiglia ha all’interno della lista vari candidati, tra cui la coordinatrice regionale Barbara Figus, Antonello Deiana e Maria Rosa Armenia, la professoressa del Liceo Scientifico oristanese, ormai in pensione ma ricordata affettuosamente da tutti i suoi alunni.

Altri partiti daranno sostegno esterno tra cui il PVU (Partito Valore Umano) di Maurizio Sarlo, tramite il segretario regionale Alberto Cabiddu, e Riconquistare L’Italia con Valeria Soru e Samuele Mereu.

«I punti chiave che ci hanno portato al sostegno di questa lista civica, primo tra tutti, è l’attuazione del progetto di introduzione di una moneta complementare a partire dal 2023, utilizzabile all’interno della sfera economica cittadina sia da privati che da imprese, e che potrà essere usata per il pagamento dei servizi e delle tasse comunali. Uno strumento che garantirà la ripresa significativa del commercio locale e ad un aumento degli scambi tra operatori economici», spiega Marcias.

«Gli altri punti sono il ritorno alla gestione pubblica dei servizi di base, il sostegno alla famiglia, alle disabilità e alla piccola media impresa fortemente colpita da due anni di pandemia. E in ultimo, ma non meno importante – continua Marcias –, si è scelto di dedicare un punto per gli animali e la lotta al randagismo. Questa lista rappresenta la vera alternativa per gli elettori oristanesi, ormai stanchi dell’attuale classe politica sia di destra che di sinistra. Oristano ha bisogno di un cambio di passo, di politiche sociali vere che possano rimettere i cittadini al centro della scena», conclude il vice coordinatore e responsabile organizzativo regionale di Italexit.

«Appena ricevuta la proposta di Italexit di sostenere Filippo Murgia, ho voluto subito conoscerlo personalmente», – dice invece Barbara Figus, coordinatrice regionale del Popolo della Famiglia. «Mi sono subito resa conto – prosegue – che avevo davanti a me una persona al di sopra delle righe, eclettica a tratti, come tutti gli artisti, credo, ma che va dritto al sodo e dalle mille risorse. Abbiamo parlato a lungo e ho visto che moltissime delle nostre battaglie per Famiglia, persona e vita, erano e sono le stesse. Ho dato quindi la disponibilità per il sostegno pieno a questa lista, con 3 candidature delle nostre».

«Dobbiamo farci davvero uno con l’elettore, e far comprendere che ci siamo e abbiamo deciso di esserci, non per i consueti giochi di potere che ormai da anni vediamo in ogni ambito, anche locale, ma per portare un cambiamento pulito – sottolinea Figus –, trasparente e fatto di sani principi e sano buon senso, che davvero ha a cuore il bene di ognuno e della città, che poi è il bene di ciascuno di noi che siamo persone semplici e comuni che lo comprendono a fondo, capendo le criticità ed i problemi attuali che attanagliano la città di Oristano, così come si evince dal nostro programma che presto sarà disponibile per tutti coloro che vorranno».

Anche per la città di Selargius, il coordinatore regionale Marcello Argiolas comunica l’appoggio di Italexit, così come Barbara Figus del Popolo della Famiglia, alla lista civica, anch’essa nominata come ad Oristano “Identità e Tradizione”, che propone come candidata alla carica di sindaco Manuela Chia, 52 anni, libera professionista.

«Garantiremo assistenza e intervento diretto della figura del Sindaco a difesa del diritto di abitazione – dichiara Chia –. Il nostro programma – rimarca – prevede anche il sostegno alle aziende in difficoltà, la realizzazione di marciapiedi a misura di disabile, partendo da Su Planu, Is Corrias e Su Pezzu Mannu, lo sport come inclusione sociale, servizi alla cittadinanza efficienti e una particolare attenzione ad alimentazione e benessere».

In copertina: Filippo Murgia e Manuela Chia

Mamma in Sardegna