• 2 Luglio 2022
  •  

Autoriciclaggio, scoperta associazione a delinquere tra Quartu e la penisola: sequestrati 51 milioni di euro

Guardia di Finanza Cagliari 1
L’indagine, partita da un’agenzia di pagamento di Quartu Sant’Elena, coinvolgerebbe altri 15 agenti sparsi in tutta Italia.

Un’associazione a delinquere finalizzata all’autoriciclaggio di ingenti somme di denaro è stata scoperta dalle Fiamme Gialle del 2° Nucleo Operativo Metropolitano di Cagliari. L’indagine è stata avviata a seguito di una segnalazione da parte di un istituto di credito nei confronti di un’agenzia di pagamento di Quartu Sant’Elena (CA), gestita da un cittadino straniero.

Dall’analisi delle transazioni effettuate dall’operatore si è evidenziato come l’uomo non avesse identificato compiutamente la clientela ovvero avrebbe indicato, quali mittenti, ignari avventori dell’esercizio commerciale i quali si erano rivolti al professionista per altri servizi offerti, come, ad esempio, la fotocopia del documento d’identità per esigenze private.

Insospettiti, i Finanzieri hanno così deciso di estendere il controllo all’intero circuito di agenti money transfer facenti capo al medesimo istituto di pagamento di diritto estero mediante il quale operava l’agenzia di pagamento. Sono state dunque effettuate perquisizioni locali e a Milano, nella la sede principale dell’agenzia, e nell’abitazione del suo referente per l’Italia, una persona residente a Roma.

L’analisi di quanto acquisito ha fatto emergere la presenza di ulteriori 15 agenti di pagamento sparsi in tutta Italia, presso i quali sono state riscontrate le medesime criticità presenti nell’agenzia cagliaritana. Inoltre, è stato rilevato che, in alcuni casi, i soggetti ispezionati non fossero neanche dipendenti del money transfer, ossia abilitati allo svolgimento dell’attività di agente di pagamento. Le persone controllate sono state deferiti all’Autorità Giudiziaria per i reati di autoriciclaggio ed associazione per delinquere.

La stessa Procura della Repubblica, condividendo le ipotesi investigative, ha quindi delegato i Finanzieri all’esecuzione di un decreto di sequestro preventivo, nei confronti dell’associazione, per oltre 51 milioni di euro, attuato anche mediante gli strumenti di cooperazione internazionale. Sull’indagine in corso è stato inoltre allertato l’OAM (Organismo Agenti e Mediatori), quale organo di vigilanza ai fini dei propri adempimenti di competenza.

L’attività svolta testimonia, ancora una volta, il costante impegno e i continui sforzi posti in essere dalla Guardia di Finanza nella provincia di Cagliari, in piena sinergia con l’Autorità Giudiziaria, al fine di monitorare i flussi finanziari al fine di prevenire e contrastare i traffici illeciti.

Gli indagati, comunque, sono da ritenersi innocenti sino a condanna passata in giudicato, in applicazione del principio di non colpevolezza costituzionalizzato e in attuazione della recente normativa.

Ottica Muscas