• 22 Gennaio 2022
  •  

Carico estero con 830 maiali vivi fermato per irregolarità dalla Stradale di Oristano

Riscontrate violazioni sul rispetto del benessere animale. Sul mezzo, diretto in un mattatoio del Cagliaritano, trovati morti anche diversi piccoli suini.

Nella giornata di ieri una pattuglia della Polizia Stradale di Oristano, unitamente ai veterinari dell’Uvac (Ufficio Comunitario Adempimenti Comunitari della Asl), ha proceduto al controllo di un mezzo che trasportava 830 maiali provenienti da uno Stato estero e destinati alla macellazione in un mattatoio del Cagliaritano. Dall’ispezione sono scaturite varie irregolarità, in particolare in relazione alle modalità di trasporto dei suini.

Dall’esame della documentazione è emerso infatti che non erano stati rispettati i tempi massimi di durata del viaggio, ovvero che era stato superato il lasso temporale di 24 ore, trascorso il quale gli animali avrebbero dovuto essere scaricati e fatti riposare per garantire il loro benessere in una delle stalle di sosta previste dal regolamento comunitario.

Dopo un primo sommario controllo operato in ambito stradale, considerato il livello di affaticamento degli animali e anche le difficoltà logistiche di poter portare a termine un’ispezione adeguata, gli agenti e il personale veterinario hanno consentito la prosecuzione del viaggio fino al mattatoio di destinazione. A seguito di un più approfondito controllo è stato accertato, inoltre, che svariati piccoli suini erano deceduti durante il viaggio.

Per le violazioni riscontrate sono state comminate sanzioni per oltre 3.500 euro e sono in corso ulteriori accertamenti sulla filiera del trasporto.

Questo tipo di controlli, su disposizione del Compartimento Polizia Stradale Sardegna, sono stati intensificati in considerazione del sensibile aumento del trasporto di animali vivi in prossimità delle festività natalizie e anche per finalità di tutela della salute pubblica.

In copertina: foto di repertorio

Agenzia Funebre Franco Mu