• 3 Luglio 2022
  •  

Codici: in aumento le richieste di aiuto per debiti, «preoccupati dal rischio usura»

Usura soldi

La crisi economica non allenta la sua morsa, anzi con il caro bollette la situazione si fa sempre più difficile. Lo dimostrano le ricerche e gli studi condotti nell’ultimo periodo, da cui emerge un quadro dalle tinte fosche, confermato anche dalle segnalazioni, praticamente incessanti, che giungono agli sportelli dell’associazione Codici.

«Le richieste di aiuto per casi di sovraindebitamento sono in aumento – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale dell’associazione Codici – e parliamo sia di privati cittadini che di imprenditori. Purtroppo, la crisi incalza e sempre più soggetti finiscono per essere schiacciati dai debiti. Gli aspetti che preoccupano, e su cui vogliamo richiamare l’attenzione, sono in particolare due. Il primo riguarda il rischio legato a situazioni di questo tipo. Non sempre si riesce a mantenere la lucidità, anzi spesso subentra un senso di profonda sfiducia ed anche di disperazione. È in casi del genere, quando non si vede la luce in fondo al tunnel, che è facile cadere in errore, rivolgendosi alle persone sbagliate».

«Parliamo degli usurai – specifica Giacomelli –, che piombano come avvoltoi su chi è in difficoltà economica. Propongono inizialmente un prestito da amico, come fosse un semplice favore, poi subentrano gli interessi, le richieste di soldi si fanno sempre più insistenti e magari si arriva anche alle minacce, se non addirittura alle aggressioni fisiche. Una volta catturata la preda, non la mollano più e non è facile liberarsene».

«Qui si inserisce la seconda riflessione. Gli strumenti per rialzarsi ci sono, ma non tutti li conoscono. Ci riferiamo – continua il segretario – alle possibilità offerte dalla legge 3 del 2012. Grazie a questa norma è possibile risolvere situazioni che sembrano disperate. È per questo che diciamo di non abbattersi e di non perdere le speranze. Comprendiamo lo sconforto di chi si trova sommerso dai debiti, ma bisogna mantenere la lucidità, chiedere aiuto, rivolgendosi ad esperti e restando nel campo della legalità. Una volta studiato il caso e verificata la documentazione, sarà possibile individuare il percorso per risollevarsi».

L’associazione Codici è impegnata con i propri esperti a fornire assistenza ai soggetti che si trovano in una condizione di sovraindebitamento. Per informazioni e chiarimenti è possibile telefonare al numero 06.55.71.996 oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica segreteria.sportello@codici.org.

nuvustudio